World Grand Prix Volley 2016: Italia di nuovo ko 3-1 con il Brasile

Domani le azzurre tornano in campo alle 16:30 contro le padrone di casa della Turchia.

Continua la striscia negativa della nazionale italiana di pallavolo femminile al World Grand Prix. Le azzurre oggi, nel primo degli ultimi tre match della fase a gironi ad Ankara, hanno rimediato la quinta sconfitta su sette partite disputate, la quarta consecutiva. Certo, come avversaria avevano una delle squadre più forti al mondo, il Brasile, ma le ragazze di Bonitta oggi hanno fatto vedere più ombre che luci, a differenza di altre partite (anche perse).

L’Italia oggi è scesa in campo con Malinov al palleggio, Egonu opposto, Del Core e Ortolani in banda, Chirichella e Danesi al centro più De Gennaro libero, Zé Roberto ha risposto con Danielle Lins in regia, Sheilla opposto, Thaisa e Fabiana centrali, Natalia e Fe Garay in banda più Camila Brait libero.

Nel primo set l’Italia è partita subito bene e, dopo essere stata avanti fino al +3 (6-3) è arrivata al primo time-out tecnico sul +1 (8-7). Alla ripresa del gioco il Brasile ha pareggiato sul 9-9 con Natalia, ma le azzurre sono tornate in vantaggio e alla seconda pausa obbligatoria erano sul +2 (16-14). Dal 16-16 in poi le squadre si sono inseguite punto a punto, alla fine è statal’Italia a trovare un primo set-point con Egonu (24-23), poi è stata lei stessa ad annullarla con un errore in servizio, poi con una diagonale stretta di Chirichella è arrivata la possibilità di chiudere a proprio favore il set e Ortolani ha segnato il punto del 26-24.

Nel secondo set, invece, è stato il Brasile a partire benissimo, tanto da arrivare al primo time-out tecnico sul +3 (5-8), distanza che ha ripristinato in vista della seconda pausa obbligatoria (13-16) dopo che l’Italia aveva pareggiato sul 13-13. Al rientro i campo il Brasile ha allungato fino al +4 (16-20), e ha infine guadagnato quattro palle-set grazie a una murata su Ortolani (20-24). L’Italia ha annullato due set-point, il primo con un pallonetto di Ortolani, il secondo un muro vincente, ma alla fine, dopo che Zé Roberto a chiamato il time-out discrezionale sul 22-24, la stessa Ortolani ha sbagliato il servizio e il Brasile si è aggiudicato il parziale 22-25.

Il Brasile ha dominato la seconda parte del terzo set. Infatti, dopo un inizio equilibrato, le verdeoro sono andate al primo time-out tecnico sul +2 (6-8), poi hanno allungato arrivando addirittura a doppiare l’Italia a ridosso del secondo time-out obbligatorio (8-16). Le azzurre non sono più riuscite a riavvicinarsi perché il divario era ormai incolmabile e così il Brasile ha potuto usufruire di ben 12 palle-set, una sola annullata da Sylla (entrata a metà set al posto di Ortolani) prima del 13-25 firmata da Natalia.

Nel quarto set è stata l’Italia a cominciare benissimo e ad arrivare al primo time-out tecnico con il doppio dei punti delle avversarie (8-4), poi ha incrementato il distacco fino al +5 che ha conservato alla seconda pausa tecnica (16-11) e fino a quando è arrivata addirittura al +6 (19-13), ma a questo punto, dopo un time-out discrezionale chiamato da Zé Roberto, le azzurre hanno subito un brutto blackout e il Brasile ha pareggiato sul 19-19 per poi ingaggiare una lotta punto a punto e passare in vantaggio sul 21-22. Le verdeoro hanno conquistato due set-point con un mani-out di Jaqueline e, grazie a un errore in ricezione delle italiane, hanno vinto il set 22-25 e la partita in rimonta in quattro set proprio come era successo a Rio.

Il prossimo appuntamento è per domani pomeriggio, sabato 25 giugno 2016, contro le padrone di casa della Turchia, a partire dalle ore 16:30.

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail