Europei di Scherma Torun 2016, squadre: fioretto femminile e spada maschile d’argento

Fiorettiste battute in finale dalla Russia, spadisti ko contro la Francia.

Nella penultima giornata degli Europei di Scherma di Torun 2016 arrivano altre due medaglie per l’Italia, entrambe d’argento: sono quelle del fioretto femminile e della spada maschile a squadre.

Il Dream Team del fioretto femminile, alla sua prima finale senza Valentina Vezzali, ha mancato il bersaglio e dopo sette titoli europei consecutivi scende dal primo gradino del podio e si accomoda sul secondo.

La neo campionessa europea Arianna Errigo, la campionessa olimpica Elisa Di Francisca, Martina Batini e Alice Volpi hanno affrontato in finale la Russia della campionessa del mondo Inna Deriglazova, Adelina Zagidullina, Aida Shanaeva e Larisa Korobeynikova guidate dall’ex ct azzurro Stefano Cerioni.

Le azzurre hanno condotto per i primi sei assalti, poi al settimo è arrivata la svolta con il parziale di 9-2 a favore di Korobeynikova contro Batini che ha portato la Russia dal -4 al +3. Di Francesca è riuscita a recuperare una stoccata contro Shanaeva, ma Errigo ha perso 5-0 l’ultimo assalto contro Deriglazova.

Questi tutti i parziali dei nove assalti:
Di Francisca - Deriglazova 5-1
Errigo - Zagidullina 5-4 (10-5)
Batini - Shanaeva 5-7 (15-12)

Di Francisca - Korobeynikova 5-5 (20-17)
Batini - Deriglazova 5-4 (25-21)
Errigo - Shanaeva 5-5 (30-26)

Batini - Korobeynikova 2-9 (32-35)
Di Francisca - Shanaeva 6-5 (38-40)
Errigo - Deriglazova 0-5 (38-45)

Le ragazze del ct Andrea Cipressa, testa di serie numero 1 del tabellone, hanno vinto ai quarti contro la Svezia per 44-25, poi hanno battuto 45-29 l’Ungheria in semifinale.

Gli azzurri della spada maschile sono arrivati in finale contro la Francia e hanno perso 40-45. Enrico Garozzo, Paolo Pizzo e Andrea Santarelli (Lorenzo Buzzi non è stato utilizzato) sono saliti in pedana contro il neo campione europeo Yannick Borel, il numero 1 del ranking Gauthier Grumier e i loro compagni Jean-Michel Lucenay e Daniel Jérent.

Santarelli - Borel 5-4
Garozzo - Grumier 0-0 (5-4) (Sospeso per passività)
Pizzo - Lucenay 8-11 (13-15)

Santarelli - Grumier 0-0 (13-15) (Sospeso per passività)
Pizzo - Borel 9-10 (22-25)
Garozzo - Lucenay 3-4 (25-29)

Pizzo - Jérent 3-5 (28-34)
Santarelli - Lucenay 6-6 (34-40)
Garozzo - Borel 6-5 (40-45)

Prima di arrivare in finale i ragazzi di Sandro Cuomo hanno vinto agli ottavi per 45-37 contro la Finlandia, poi hanno battuto 27-21 la Russia ai quarti e in semifinale hanno avuto la meglio 29-28 sull’Ucraina che poi si è aggiudicata il bronzo battendo 45-31 la Svizzera nella finalina per il terzo posto.

  • shares
  • Mail