World League Volley 2016: Italia schiacciata dagli Usa 3-0

Il prossimo weekend, ultimo della fase a gironi, vedrà gli azzurri a Teheran contro Iran, Argentina e Serbia.

La nazionale italiana di pallavolo maschile ha perso l’ultimo match giocato in casa, al PalaLottomatica di Roma, in questo secondo weekend della World League 2016. Oggi gli azzurri avevano di fronte gli Stati Uniti, una bestia nera che purtroppo si ritroveranno contro anche nel girone del torneo olimpico a Rio, e hanno perso in tre set, anche se c’è da dire che le note positive non sono mancate. A dire il vero nessuna delle due squadre è sembrata al top e ha alternato alti e bassi, ma gli sprazzi di bel gioco non sono mancati grazie a lunghi scambi e colpi di genio dei due giovani, ma fenomenali, palleggiatori.

L’Italia oggi è scesa in campo con il sestetto titolare composto da Giannelli al palleggio, Vettori opposto, Zaytsev e Lanza in banda, Piano e Birarelli centrali più Colaci libero. Gli Stati Uniti si sono schierati con Christenson in regia, Anderson opposto, Sander e Jeschke in banda, Lee e Smith al centro più Shoji libero

Nel primo set partenza a razzo degli Usa che sono volati subito sul 6-2 e Blengini ha dovuto chiedere un time-out discrezionale, ma gli americani sono arrivati sul +5 alla prima pausa tecnica (8-3) e poi hanno allungato fino al +8 al secondo time-out tecnico (16-8) e mantenendo sempre un consistente vantaggio. Gli azzurri, tuttavia, non si sono fatti demoralizzare e punto dopo punto sono riusciti a rifarsi sotto fino al -1 con Vettori (22-21). Sono poi arrivati errori in battuta da una parte e dall’altra, ma alla fine è stato un errore azzurro a regalare due set-point agli americani (24-22) che poi hanno chiuso sul 25-22 con un ace di Smith.

Anche nel secondo set gli Stati Uniti sono partiti benissimo e sono arrivati al primo time-out tecnico con il doppio dei punti degli azzurri (8-4) e, anche se l’Italia ha provato a riavvicinarsi (9-7), sono giunti sul +5 (16-11) alla seconda pausa tecnica. Anche in questo caso, però, l’Italia si è svegliata nel finale e ha pareggiato con Vettori sul 19-19 e ha ingaggiato una breve lotta punto a punto con gli americani che si è risolta a favore di questi ultimi quando hanno trovato due palle-set con Jeschke, una sola annullata da Vettori prima che lo stesse Jeschke chiudesse sul 25-23.

Il terzo set è stato molto emozionante perché le squadre hanno giocato alla pari. Gli Usa, come al solito, hanno trovato subito il break (2-0 e poi 4-2), ma questa volta l’Italia si è fatta trovare pronta da subito, senza aspettare il finale di set come nei primi due parziali, e così non solo è riuscita a pareggiare, ma è anche passata in vantaggio con un ace di Giannelli ed è arrivata sul +2 al primo time-out tecnico (8-6) grazie a un mani-fuori di Lanza. Al rientro in campo lotta punto a punto fino al 10-10, poi gli Usa hanno trovato il break e al secondo time-out tecnico si sono presentati sul +3 (16-13). L’Italia però ha pareggiato subito con Lanza sul 16-16 e pi è anche passata in vantaggio e ha lottato alla pari con gli americani fino alla fine, quando con un ace di Sander e un punto di Smith di prima su una free ball gli Usa hanno ottenuto due match-point, uno annullato grazie alla capacità di Vettori di mandare nel pallone la difesa a stelle e strisce, l’altro, invece messo a segno per il 25-23 finale a favore degli ospiti.

Risultato finale: Usa-Italia 3-0 (25-22, 25-23, 25-23)

Il prossimo weekend gli azzurri saranno impegnati a Teheran contro i padroni di casa dell’Iran, la Serbia e l’Argentina.

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail