Usain Bolt come QuickSilver: la foto più bella di Rio 2016

Quando Usain Bolt corre è come se tutto il resto intorno a lui si fermasse, come se fosse QuickSilver. L’essenza dell’uomo più veloce al mondo è stata catturata ieri sera (nella notte italiana) a Rio, dal fotografo Cameron Spencer dell’agenzia Getty Images, che potete vedere nella gallery in alto (è la prima): tutti i suoi avversari sono dietro lo inseguono e lui ha il tempo di voltarsi leggermente e sembra quasi sorridere con i suoi dentoni bella vista. Ormai li ha superati tutti, non c’è più storia. Come sempre. Mentre gli altri si sforzano di raggiungerlo, lui ha il tempo di guardare il tabellone più volte.

Il velocista più forte di sempre si prepara a dire addio alle Olimpiadi. Subito dopo il suo terzo successo consecutivo, da Pechino 2008 a Rio 2016 passando per Londra 2012. Otto anni di dominio assoluto sul 100 metri e vedremo se si confermerà il numero uno anche sui 200 e nella 4x100, le altre due medaglie d’oro conquistate in entrambe le precedenti edizioni dei Giochi di Rio.

All'Olympic Stadium ieri c’è stato il primo assaggio dell’"effetto Bolt": lo stadio era strapieno prima della sua gara (c’è stata anche la semifinale in cui ha dominato un’oretta prima della finale), poi dopo che lui ha gareggiato e ha poi festeggiato a lungo come suo solito, il pubblico è scomparso. E già tutti si chiedono: che cosa farà l’atletica dopo Bolt? Intanto godiamocelo per un altro po’.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail