Giro di Lombardia 2016: storica vittoria di Chaves, Rosa secondo da eroe | Video

Per la prima volta un non europeo ha vinto la classica delle foglie morte.

È storica l'edizione 110 del Lombardia! Per la prima volta vince un colombiano, anzi, per la prima volta vince un non europeo ed è anche la prima volta che un corridore della Colombia vince una classica monumento. Ed è una gioia anche per gli italiani che a compiere questa impresa sia stato Esteban Chaves dell'Orica-BikeExchange, che con il suo sorriso ha conquistato tutti già al Giro d'Italia e che ha subito ammesso di essere particolarmente contento di aver vinto qui, perché è proprio in Italia e a Bergamo che è diventato professionista con il Team Colombia di Claudio Corti. Al secondo posto si piazza un Diego Rosa semplicemente eroico e qui ci sarebbe da fare una tirata d'orecchio all'Astana, perché ancora una volta ha sbagliato a scegliere il capitano: Rosa, infatti, ha corso da gregario per oltre tre quarti di gara, è stato lui a guidare il gruppo al raggiungimento dei fuggitivi della prima ora e ha speso moltissimo, poi quando Fabio Aru si è reso conto di non avere le gambe, gli ha dato il via libera. Probabilmente se Aru avesse speso meno oggi avrebbe vinto. Ma è lecito pensare che in un futuro neanche troppo lontano questa cosa sarà sua, basta dargli la fiducia che merita.
Sul terzo gradino del podio troviamo un altro colombiano, Rigoberto Uran della Cannondale-Drapac, che con Chaves era considerato uno dei favoriti alla vigilia e che per la terza volta, dopo il 2008 e il 2012, arriva terzo.

Questi i primi dieci al traguardo:
Classifica Il Lombardia 2016

Il Lombardia 2016: il racconto della corsa


Chaves vince Il Lombardia 2016 davanti a Rosa e Uran

  • 17:23

    Secondo posto eroico per Rosa, che ha corso praticamente tre quarti di gara da gregario, guidando il gruppo all'inseguimento della fuga e poi ha avuto il via libera per giocarsela da solo.

  • 17:23

    ll podio dunque vede Esteban Chaves davanti a Diego Rosa e Rigoberto Uran. Quarto Romain Bardet.

  • 17:22

    VINCE CHAVES! Il colombiano ha bruciato negli ultimi metri Rosa.

  • 17:22

    Volata a tre!

  • 17:22

    -400 metri e Rosa attacca ancora!

  • 17:21

    Bardet ha intanto ridotto lo svantaggio a 8". Siamo nell'ultimo chilometro.

  • 17:21

    -1,5 km e Rosa attacca ancora, prova a evitare lo sprint. Chiude il buco Uran.

  • 17:20

    12" di ritardo, invece, per Bardet, che ora sta andando a tutta in discesa per riportarsi sul terzetto di testa che invece sta rallentando un po', perché evidentemente stanno già pensando alla volatina finale.

  • 17:20

    Rosa ha ripreso Chaves e Uran.

  • 17:19

    Bardet ha una quindicina di secondi di ritardo rispetto agli altri tre.

  • 17:19

    Rosa stacca Bardet e cerca di riportarsi sui due colombiani.

  • 17:18

    Uran riesce a saltare subito sulla ruota di Chaves, Bardet e Rosa restano indietro.

  • 17:18

    Attacca Chaves!

  • 17:17

    Già finito il tratto in pavé che i battistrada hanno percorso in gran parte lateralmente, evitando l'acciottolato.

  • 17:17

    Chaves ha chiuso il buco creato da Rosa.

  • 17:16

    È Diego Rosa a tentare l'allungo prima di arrivare sul tratto in pavé.

  • 17:15

    Per Chaves, Uran, Rosa e Bardet comincia l'ultimo strappo, quello verso Bergamo Alta, siamo a 4,4 km dal termine della corsa.

  • 17:15

    La vittoria sembrerebbe ormai un discorso tra i quattro in testa, perché Torres non riesce a recuperare il gap e non è molto lontano dagli altri inseguitori.

  • 17:13

    6 km al termine e il vantaggio di Chaves, Uran, Rosa e Bardet è di 1' 08" sui primi inseguitori.

  • 17:12

    Rilancia l'attacco Rodolfo Torres.

  • 17:11

    Sale a 1' 15" il vantaggio dei battistrada. Ora prova ad attaccare Giovanni Visconti, forse anche per smuovere i compagni del gruppetto di inseguitori.

  • 17:08

    Ai -10 km il vantaggio dei quattro battistrada è di quasi un minuto.

  • 17:02

    Siamo a 15 km e il distacco è di 48". Manca solo uno strappo, quello che porta a Bergamo Alta.

  • 17:01

    Intanto l'asfalto comincia a bagnarsi.

  • 16:59

    Uran ha recuperato subito, ha già raggiunto Chaves, Rosa e Bardet.

  • 16:59

    Incertezza di Uran in discesa, il colombiano perde qualche metro rispetto agli altri tre battistrada.

  • 16:57

    La situazione per ora è stabile, -19 km e 42" di distacco. Nel gruppo di inseguitori a tirare sono soprattutto i due Movistar Valverde e Visconti, anche perché tra gli altri ci sono compagni dei quattro uomini in fuga che dunque fanno da stopper e rompono i cambi.

  • 16:53

    Siamo a 22 km dal termine, il distacco è sceso a 40". Intanto cade qualche goccia di pioggia, anche se l'asfalto resta asciutto.

  • 16:50

    24 km all'arrivo e 47" di vantaggio per i primi quattro rispetto al gruppo dei migliori.

  • 16:49

    In discesa attacca Rodolfo Torres dell'Androni-Sidermec che si stacca dal gruppo di inseguitori (quello di Aru, Valverde, Brambilla ecc.).

  • 16:48

    Rosa e Uran hanno perso qualche metro rispetto a Chaves e Bardet all'inizio della discesa.

  • 16:47

    Tra i quattro uomini in testa e il resto del gruppo dei migliori ci sono 36" di distacco quando siamo a 28 km dal termine.

  • 16:45

    Rosa ha raggiunto Chaves, Uran e Bardet!

  • 16:44

    Intanto nel gruppetto di testa ora c'è Uran al comando.

  • 16:44

    Il ritardo di Rosa da Nibali è di 7", l'altro gruppetto è a 24".

  • 16:42

    Dobbiamo dire che è un peccato che l'Astana non abbia deciso a priori con chi lottare fino in fondo, perché ora si ritrova con il solo Rosa a poter raggiungere la testa della corsa, ma è anche il corridore che in assoluto ha speso più di tutti.

  • 16:41

    Il ritardo di Rosa dai primi tre dovrebbe essere di meno di 10".

  • 16:39

    Diego Rosa riparte di nuovo da solo all'inseguimento dei primi tre. Qualche metro dietro di lui ci Torres e Barguil.

  • 16:37

    Aru però non è in difficoltà, perché adesso sta attaccando e Rosa infatti ha rallentato. Alla loro ruota c'è Villella.

  • 16:36

    Rosa, nonostante finora abbia lavorato più di tutti perché ha condotto il gruppo dei migliori all'inseguimento di Caruso, sta cercando di raggiungere da solo il terzetto al comando.

  • 16:35

    In testa dunque a 33 km dal temine, lungo la salita del Selvino, abbiamo Chaves, Uran e Bardet.

  • 16:35

    A quanto pare Rosa ha avuto il via libera dall'Astana, procederà da solo, senza pensare ad Aru.

  • 16:35

    Diego Rosa ora è rimasto in mezzo tra il gruppetto di Chaves e quello di Aru, probabilmente aspetta di capire come sta il suo capitano.

  • 16:32

    Diego Rosa si era lanciato sulla ruota di Chaves, ma poi si è fermato perché Aru, invece, è rimasto indietro. Con il colombiano ci sono il suo connazionale Uran e Bardet.

  • 16:31

    Comincia il Selvino e subito attacca Chaves!

  • 16:30

    In discesa ora c'è Gianluca Brambilla a disegnare le curve.

  • 16:27

    Gesink ha sbagliato una curva e stava per cadere coinvolgendo anche Villella, ma per fortuna è riuscito a restare in sella.

  • 16:26

    Il gruppo dei migliori prosegue in fila indiana quando mancano 39 km al termine.

  • 16:21

    Siamo a 42,6 km dal termine, Molard e De La Cruz stanno perdendo terreno rispetto agli altri del gruppo dei migliori, perché Diego Rosa ha aumentato il ritmo.

  • 16:18

    Questi sono gli uomini in testa alla corsa ora: Fabio Aru e Diego Rosa dell'Astana, Romain Bardet e Pierre-Roger Latour dell'AG2R La Mondiale, Rodolfo Torres dell'Androni-Sidermec, Alessandro De Marchi della BMC, Rigoberto Uran e Davide Villella della Cannondale-Drapac, Rudy Molard della Cofidis, Gianluca Brambilla e David De la Cruz dell'Etixx-Quick Step, Alejandro Valverde e Giovanni Visconti della Movistar, Esteban Chaves dell'Orica-BikeExchange, Warren Barguil della Giant-Alpecin e Robert Gesink della LottoNL-Jumbo.

  • 16:18

    Caruso viene raggiunto dal gruppo degli inseguitori. Sulla corsa comincia a piovere. Potrebbe essere una variabile molto importante per il finale.

  • 16:12

    Diego Rosa è sempre in testa al gruppo dei migliori a dettare l'andatura.

  • 16:11

    Intanto Fabian Cancellara, che ha appeso la bici al chiodo dopo l'oro nella crono delle Olimpiadi di Rio 2016, oggi è con i commentatori Tv.

  • 16:10

    Damiano Caruso è sempre in testa da solo e ha 1' 10" sul gruppo di inseguitori.

  • 16:09

    De La Cruz, Molard e Latour sono stati raggiunti dal secondo gruppo di inseguitori, quello di Gesink, Aru, Bardet e compagnia. Tra l'altro in questo gruppetto ora è rientrato anche Rigoberto Uran della Cannondale-Drapac, che era rimasto indietro.

  • 16:09

    ll vantaggio di Caruso sui primi tre inseguitori ora è solo di 39".

  • 16:08

    David De La Cruz intanto ha raggiunto Molard e Latour.

  • 16:08

    Diego Rosa è al comando del secondo gruppo di inseguitori.

  • 16:05

    Caruso ha 1' 29" di vantaggio sui due francesi che sono i suoi primi inseguitori.

  • 16:04

    Va all'attacco anche David De La Cruz, che si lancia all'inseguimento di Molard e Latour.

  • 16:04

    Latour ha già raggiunto Molard.

  • 16:03

    Caruso ha 1' 31" di vantaggio su Molard, 1' 50" su Latour e 3' 09" sul gruppetto dei migliori.

  • 15:59

    Nel gruppetto di inseguitori dietro Molard ci sono 14 corridori, ma Pierre-Roger Latour dell’AG2R La Mondiale si sta avvantaggiando di qualche metro.

  • 15:57

    Il ritardo di Molard sale a 1' 28". Gli altri inseguitori sono a 2' 09" e il gruppo dei migliori a 2' 07".

  • 15:51

    2' 52" è il vantaggio di Caruso sul gruppo dei migliori.

  • 15:50

    Caruso ha ora 1' 02" di vantaggio su Molard e 2' 18" sul primo gruppo di inseguitori, quello di Gesink.

  • 15:49

    Bardet è riuscito a staccarsi dal gruppo, ora ci prova anche Esteban Chaves dell'Orica-BikeExchange.

  • 15:48

    Si muovono anche Fabio Aru dell'Astana e Romain Bardet dell'AG2R La Mondiale.

  • 15:47

    Visconti, intanto, ha già raggiunto il gruppetto di Gesink.

  • 15:47

    Daniel Martin dell'Etixx-QuickStep, Mikel Landa del Team Sky e Diego Ulissi della Lampre-Merida stanno perdendo contatto con il gruppo.

  • 15:46

    Il gruppetto di Gesink, in cui c'è anche Diego Rosa dell'Astana, ha ripreso Mamykin. Ora dal gruppo sta uscendo anche Giovanni Visconti della Movistar.

  • 15:45

    C'è un altro attacco in testa al gruppo, lanciato da Robert Gesink della LottoNL-Jumbo. Ha portato co sé un po' di corridori.

  • 15:45

    Caruso ora ha 3' 25" di vantaggio sul gruppo dei migliori, 50" su Molard e 2' 51" su Mamykin. Dopo lo scatto del russo il plotone ha rallentato un po'.

  • 15:45

    Nel gruppo dei migliori ora sono rimasti in pochi, una ventina di corridori in tutto.

  • 15:42

    Matvey Mamykin del Team Katusha prova a scattare in testa al gruppo.

  • 15:41

    Siamo a 61 km dal termine. Caruso ha 41" di vantaggio su Molard e 2' 04" sul plotone.

  • 15:37

    Caruso ormai staccato Molard e ha 3' 10" di vantaggio sul gruppo.

  • 15:35

    Sull'ammiraglia della direzione di gara c'è Elisa Longo Borghini, medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Rio nella prova in linea femminile.

  • 15:35

    Anche Bakelants e Hardy ora sono stati ripresi dal plotone che ha 2' 57" di ritardo da Caruso.

  • 15:31

    Intanto Cherel ha perso terreno rispetto a Bakelants e Hardy.

  • 15:30

    Caruso sta accelerando e ora è solo al comando. Molard è qualche metro indietro.

  • 15:26

    Il plotone attualmente conta una ottantina di unità.

  • 15:26

    Caruso e Molard stanno già affrontando la salita di Sant'Antonio Abbandonato.

  • 15:23

    In discesa Caruso ha avuto un problema alla catena. L'ammiraglia della Cofidis era pronta ad aiutarlo perché aveva capito che al corridore della BMC serviva una ruota.

  • 15:22

    In testa al gruppo vediamo ora la Movistar di Dani Moreno e Alejandro Valverde. Il plotone ha 3' 47" di ritardo.

  • 15:21

    Siamo a 69 km dal termine e ci sono sempre Caruso e Molard in testa con 2' 58" sul primo gruppo di inseguitori formato da Cherel, Bakelants e Hardy.

  • 15:05

    Caruso e Molard hanno ancora 42" di vantaggio su Cherel, 2' 46" su Denifl, mentre dal gruppo, che ha un ritardo di 4' 15", sono usciti Jan Bakelants dell'AG2R La Mondiale e Romain Hardy della Cofidis, che ora sono a 3' 45" dalla testa della corsa e hanno dunque 30" di vantaggio sul gruppo.

  • 14:55

    Quello di Gilbert forse era solo uno scatto per testare la gamba, perché si è già rialzato.

  • 14:52

    In discesa Philippe Gilbert della BMC ha attaccato e ha già raggiunto e superato Denifl.

  • 14:51

    Siamo a 87 km dal termine e Caruso e Molard hanno 43" di vantaggio su Cherel e 2' 12" su Denifl, mentre il gruppo è a 3' 36".

  • 14:42

    Caruso e Molard stanno scollinando.

  • 14:37

    Anche Cherel ha perso terreno lungo la salita della Valcava. In testa dunque abbiamo Caruso e Molard.

  • 14:28

    Tra i quattro battistrada ora Stefan Denifl sembra avere qualche problema a tenere il ritmo degli altri.

  • 14:23

    Siamo lungo la salita della Valcava e il distacco è di circa 3' 15".

  • 14:22

    Curioso quello che è successo al neo-professionista dell'Orica-BikeExchange Rob Power: si è presentato al foglio firma, ma poi ha tardato ad arrivare alla partenza e ha dunque mancato il via ufficiale della gara.

  • 14:19

    A condurre il plotone adesso c'è la FDJ.

  • 14:10

    4' 12" è ora il distacco del gruppo dai fuggitivi. In testa al gruppo c'è la Lampre-Merida.

  • 13:56

    Ricordiamo che i fuggitivi sono: Damiano Caruso della BMC, Mikael Cherel dell’AG2R La Mondiale, Stefan Denifl della e Rudy Molard della Cofidis.

  • 13:43

    Il vantaggio dei battistrada è sceso a 5' 02".

  • 13:25

    Il distacco è ora di 6'.

  • 13:10

    La Cannondale-Drapac detta il ritmo in testa al gruppo, soprattutto con Moreno Moser. La squadra ha però perso un elemento: Davide Formolo si è ritirato sul Ghisallo.

  • 12:52

    Il distacco sale a 7' 28".

  • 12:41

    Dopo 77 km percorsi il vantaggio dei quattro battistrada è salito a 4' 57".

  • 12:27

    Stefan Denifl transita per primo sul Ghisallo.

  • 12:21

    Siamo al km 63 e per Caruso, Cherel, Denifl e Molard il vantaggio è salito a 1’ 17”.

  • 12:15

    Si staccano ora dal gruppo Damiano Caruso della BMC, Mikael Cherel dell’AG2R La Mondiale, Stefan Denifl della e Rudy Molard della Cofidis.

  • 12:12

    In testa al plotone si fa vedere soprattutto l'Astana.

  • 12:03

    Stybar e Colbrelli vengono ripresi dal gruppo.

  • 11:58

    Al km 50 ci sono ancora Stybar e Colbrelli al comando.

  • 11:55

    Si forma un gruppetto di inseguitori cui però il gruppo non lascia spazio.

  • 11:50

    Ora è Zdenek Stybar dell'Etixx-Quick Step ad andare all'attacco e riesce a raggiungere Colbrelli.

  • 11:47

    Cherel e Kolobnev vengono subito ripresi.

  • 11:45

    Mickael Cherel dell'AG2R La Mondiale e Alexander Kolobnev della Gazprom-Rusvelo provano a raggiungere Colbrelli.

  • 11:43

    Attacca di nuovo Sonny Colbrelli.

  • 11:30

    Il gruppo procede ancora compatto.

  • 11:15

    Anche Colbrelli viene ripreso dal gruppo.

  • 11:12

    Attacca Sonny Colbrelli della Bardiani-CSF.

  • 11:06

    I tre battistrada vengono ripresi grazie al lavoro della Gazprom in testa al gruppo.

  • 11:03

    Al km 8 si sono staccati Gert Dockx della Lotto Soudal, Gianfranco Zilioli della Nippo-Vini Fantini e Roman Kreuziger della Tinkoff.

  • 11:56

    Parte l’edizione numero 110 del Lombardia.

Il Lombardia 2016: percorso e favoriti


Il Lombardia Altimetria diretta tv e liveblogging

È il giorno dell’ultima corsa World Tour del 2016, Il Lombardia, corsa organizzata da RCS Sport che quest’anno giunge alla sua edizione numero 110. Al via ci sono 200 corridori che percorreranno 241 km da Como a Bergamo affrontando ben 4.400 metri di dislivello, molto di più dunque, delle ultime recenti edizioni che si fermavano a 3.400-3.500 metri.

Dopo la partenza da Como, la prima parte del percorso è quella classica, con la scalata del Ghisallo dalla parte di Bellagio, un’ascesa con pendenza media del 14%, poi si superano Asso, Pusiano, Oggiono e si scala Colle Brianza. Si prosegue attraversando Alta Brianza e Meratese e si entra in Provincia di Bergamo, dove il primo paese che si incontra è Calusco d’Adda. Dopo Torre de’ Busi c’è la salita di Valcava lunga 9,6 km con una pendenza media del 9% e picchi del 17%, arrivando a toccare quota 1336 metri. È una strada di montagna con ben 14 tornanti.

La discesa è abbastanza complicata e arriva a Costa Valle Imagna, poi si va verso Ponte Giurino e si sale per la prima volta a Sant’Antonio Abbandonato, gpm di 6,5 km con una pendenza media dell’8,9% e picchi del 15%. Subito dopo c’è un’altra salita inedita, quella di Miragolo San Salvatore, di 8,7 km con pendenza media del 7% e massima dell’11%.

Dopo la discesa, altra salita, verso Selvino, lunga 6,9 km con pendenze del 5,4% in media e picchi del 9%, poi altra lunga discesa con tornanti e a questo punto comincia l’avvicinamento a Bergamo Alta. Si sale a Porta Garibaldi, incontrando anche 200 metri di acciottolato, si prosegue a Largo Colle Aperto, si affrontato pendenze tra il 10% e il 12% per poi scendere e, ai -1,8 km, svoltare per superare Porta Sant’Agostino. Ci sono poi un’altra svolta a sinistra e negli ultimi 250 metri una curva a destra dopo la quale si vede l’arrivo sul Sentierone.

Tanti i big al via, non c’è il vincitore dello scorso anno, Vincenzo Nibali, perciò il numero 1 passa al suo compagno di squadra dell’Astana Fabio Aru, che punta alla vittoria per rendere positiva quest’annata, anche se la sua squadra potrebbe insistere su Miguel Angel Lopez, vincitore della Milano-Torino. Tra i favoriti ci sono anche Esteban Chaves dell’Orica-BikeExchange, vincitore al recente Giro dell’Emilia, Rigoberto Uran della Cannondale-Drapac che si è distinto in tutte le ultime corse in Italia, i francesi Roman Bardet dell’AG2R La Mondiale, Julian Alaphilippe dell’Etixx-Quick Step, Warren Barguil del Team Giant-Alpecin, e poi ci sono Alejandro Valverde della Movistar, Alberto Rui Costa della Lampre-Merida, Daniel Moreno della Movistar, Daniel Martin dell’Etixx-Quick Step, Wouter Poels del Team Sky, senza dimenticare Diego Ulissi della Lampre-Merida, il campione olimpico Greg Van Avermaet della BMC e Bauke Mollema della Trek-Segafredo. Ovviamente, come sempre, non sono escluse sorprese.

La corsa sarà trasmessa in diretta tv dalle ore 14:10 su RaiSport 1 e dalle 15:15 su Raitre e in streaming sul sito ufficiale di Raisport. Qui su Blogo seguiremo la gara live fino all’arrivo.

Il Lombardia 2016: la startlist ufficiale


Astana Pro Team

1 Aru Fabio
2 Cataldo Dario
3 Fuglsang Jakob
4 Grivko Andriy
5 Kangert Tanel
6 Lopez Moreno Miguel Angel
7 Rosa Diego
8 Tiralongo Paolo

AG2R La Mondiale
11 Bardet Romain
12 Bakelants Jan
13 Cherel Mikael
14 Dupont Hubert
15 Latour Pierre-Roger
16 Gautier Cyril
17 Pozzovivo Domenico
18 Vuillermoz Alexis

Androni Giocattoli-Sidermec
21 Pellizotti Franco
22 Bandiera Marco
23 Gavazzi Francesco
24 Nardin Alberto
25 Ratto Daniele
26 Taliani Alessio
27 Torres Agudelo Rodolfo A.
28 Tvetcov Serghei

Bardiani CSF
31 Colbrelli Sonny
32 Andreetta Simone
33 Barbin Enrico
34 Pirazzi Stefano
35 Rota Lorenzo
36 Velasco Simone
37 Zardini Edoardo
38 Bongiorno Francesco Manuel

BMC Racing Team
41 Van Avermaet Greg
42 Atapuma Hurtado Darwin
43 Caruso Damiano
44 De Marchi Alessandro
45 Gilbert Philippe
46 Hermans Ben
47 Moinard Amael
48 Sanchez Gonzalez Samuel

Cannondale-Drapac Pro Team
51 Uran Uran Rigoberto
52 Bettiol Alberto
53 Cardoso Andre Fernando S.M.
54 Formolo Davide
55 Moser Moreno
56 Slagter Tom Jelte
57 Villella Davide
58 Woods Michael

CCC Sprandi Polkowice
61 Rebellin Davide
62 De La Parte Victor
63 Grosschartner Felix
64 Hirt Jan
65 Owsian Lukasz
66 Paterski Maciej
67 Ponzi Simone
68 Samoilau Branislau

Cofidis, Solutions Crédits
71 Perez Anthony
72 Edet Nicolas
73 Hardy Romain
74 Jeannesson Arnold
75 Mate Mardones Luis Angel
76 Molard Rudy
77 Rossetto Stéphane
78 Turgis Anthony

Etixx-Quick Step
81 Alaphilippe Julian
82 Brambilla Gianluca
83 De La Cruz Melgarejo David
84 De Plus Laurens
85 Martin Daniel
86 Serry Pieter
87 Stybar Zdenek
88 Vakoc Petr

FDJ
91 Geniez Alexander
92 Eiking Odd Christian
93 Elissonde Kenny
94 Maison Jérémy
95 Morabito Steve
96 Reichenbach Sebastien
97 Roux Anthony
98 Roy Jérémy

Gazprom-RusVelo
101 Kolobnev Alexandr
102 Boev Igor
103 Firsanov Sergey
104 Foliforov Alexander
105 Nych Artem
106 Shalunov Evgeny
107 Solomennikov Andrey
108 Zakarin Aydar

IAM Cycling
111 Zaugg Oliver
112 Clement Stef
113 Denifl Stefan
114 Frank Mathias
115 Stake Laengen Vegard
116 Pantano Gomez Jarlinson
117 Warbasse Lawrence
118 Wyss Marcel

Lampre-Merida
121 Bono Matteo
122 Cattaneo Mattia
123 Durasek Kristijan
124 Faria Da Costa Rui Alberto
125 Mori Manuele
126 Petilli Simone
127 Polanc Jan
128 Ulissi Diego

Lotto Soudal
131 Gallopin Tony
132 Armee Sander
133 Dockx Gert
134 De Clercq Bart
135 Monfort Maxime
136 Wellens Tim
137 Vanendert Jelle
138 Vervaeke Louis

Movistar Team
141 Valverde Alejandro
142 Anacona Gomez Winner
143 Izagirre Jon
144 Moreno Fernandez Daniel
145 Moreno Bazan Javier
146 Quintana Rojas Dayer Uberney
147 Ventoso Francisco
148 Visconti Giovanni

Nippo-Vini Fantini
151 Cunego Damiano
152 Bole Grega
153 De Negri Pier Paolo
154 Filosi Iuri
155 Grosu Eduard
156 Koishi Yuma
157 Yamamoto Genki
158 Zilioli Gianfranco

Orica-BikeExchange
161 Chaves Rubio Johan Esteban
162 Haig Jack
163 Howson Damien
164 Keukeleire Jens
165 Plaza Ruben
166 Txurruka Amets
167 Verona Quintanilla Carlos
168 Power Robert

Dimension Data
171 Boasson Hagen Edvald
172 Anton Hernandez Igor
173 Berhane Natnael
174 Fraile Matarranza Omar
175 Pauwels Serge
176 Sbaragli Kristian
177 Siutsou Kanstantsin
178 Venter Jaco

Team Giant-Alpecin
181 Dumoulin Tom
182 Barguil Warren
183 Geschke Simon
184 Ludvigsson Fredrik
185 Ludvigsson Tobias
186 Oomen Sam
187 Skjoestad Lunke Sindre
188 Timmer Albert

Team Katusha
191 Rodriguez Oliver Joaquin
192 Kochetkov Pavel
193 Losada Alguacil Alberto
194 Lagutin Sergey
195 Mamykin Matvey
196 Silin Egor
197 Taaramae Rein
198 Vicioso Arcos Angel

Team Lotto NL-Jumbo
201 Gesink Robert
202 Battaglin Enrico
203 Bouwman Koen
204 Kelderman Wilco
205 Lindeman Bertjan
206 Martens Paul
207 Tankink Bram
208 Vermeulen Alexey

Team Sky
211 Landa Mikel
212 Kennaugh Peter
213 Kiryienka Vasil
214 Konig Leopold
215 Nieve Mikel
216 Poels Wouter
217 Roche Nicholas
218 Swift Ben

Tinkoff
221 Brutt Pavel
222 Gogl Michael
223 Hansen Jesper
224 Kreuziger Roman
225 Majka Rafal
226 Tosatto Matteo
227 Moreira Paulinho Sergio M.
228 Poljanski Pawel

Trek-Segafredo
231 Mollema Bauke
232 Didier Laurent
233 Felline Fabio
234 Hesjedal Ryder
235 Bernard Julien
236 Schleck Frank
237 Stuyven Jasper
238 Zubeldia Haimar

Wilier Triestina - Southeast
241 Pozzato Filippo
242 Amezqueta Moreno Julen
243 Andriato Rafael
244 Fedi Andrea
245 Godoy Yonder
246 Martinez Daniel
247 Rodriguez Martin Cristian
248 Zhupa Eugert

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 20 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail