Inter: i conti in linea con il Fair Play Finanziario

L’Inter sta meglio e può guardare al futuro con maggiore ottimismo. Il prossimo 28 ottobre, infatti, ci sarà l’assemblea dei soci che approverà il bilancio di esercizio al 30 giugno 2016. Stando alle anticipazioni riportate dalla 'Gazzetta dello Sport’, da quel consesso usciranno ottime notizie per i tifosi nerazzurri perché il presidente Erick Thohir avrebbe rispettato in pieno gli impegni presi con l’Uefa in seguito alla violazione delle regole del Fair Play Finanziario.

Dopo le prime sanzioni, Thohir e la spedizione Inter ha raggiunto gli ispettori Uefa e ha presentato un piano che impegnava la società a chiudere il bilancio successivo con un passivo massimo di 30 milioni di euro (esclusi gli investimenti per gli impianti e per le giovanili nerazzurre). A suo tempo, l’Uefa aveva condannato l’Inter ad una riduzione della rosa nelle competizioni europee oltre ad una multa da 7 milioni qualora non fosse rientrata nei parametri con il bilancio del 2016.

Ora la patata bollente pasa nelle mani di Suning. I nuovi proprietari dell’Inter, infatti, devono ora fare in modo che il bilancio raggiunga il pareggio a giugno del 2017. Intanto, però, la nuova società potrà godere dei benefici delle operazioni di Thohir, di cui gioverà soprattutto l’aspetto sportivo. Non dimentichiamo, infatti, che tra gli altri limiti imposti dal FPF c’è stata l’impossibilità per l’Inter di inserire nella lista per l’Europa League i nuovi acquisti Gabigol e Joao Mario, oltre che i due acquisti più costosi dello scorso anno, Kondogbia e Jovetic. Eventualità che i tifosi sperano di evitare già a partire dalla prossima stagione.

inter thohir conti

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 11 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO