Juventus: Allegri convoca Kean, ha solo 16 anni

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, convoca in prima squadra Moise Kean, attaccante classe 2000 che sta furoreggiando con la Primavera di Fabio Grosso. Già lo scorso anno, nonostante sia ancora un categoria Allievi, il ragazzo ha dato prova di grandi qualità, ma quest’anno sembra essere letteralmente esploso. Fin qui, con gli Under 19 bianconeri, nonostante abbia solo 16 anni, ha messo a segno cinque reti in altrettante partite. Complice l’infortunio di Marko Pjaca, questa settimana Allegri lo ha fatto allenare con i grandi e per premio lo ha inserito nella lista dei convocati per il match di domani sera contro l’Udinese.

Se dovesse scendere in campo contro i friulani, il ragazzo sarebbe il primo nato nel nuovo millennio a esordire in Serie A. A dieci anni da Mario Balotelli, cui spesso il ragazzo viene accostato, un altro italiano figlio di genitori africani si affaccia al massimo campionato italiano. Nato a Vercelli da famiglia ivoriana, Moise Bioty ha mosso i primi calci al Don Bosco, per poi trasferirsi prima all’Asti, poi al Torino e infine alla Juventus. Con i bianconeri ha sempre bruciato le tappe giocando una finale scudetto Giovanissimi da Esordiente. L’anno dopo, sempre con i Giovanissimi, 10 presenze condite da 20 gol e dalla promozione immediata negli Allievi.

Su di lui si sono fiondate diverse big d’Europa e soprattutto l’estate scorsa i campioni d’Italia hanno dovuto respingere diversi assalti: Arsenal, Manchester United e Paris Saint Germain hanno provato a convincere Mino Raiola a strappare Kean ai bianconeri, ma Marotta e Paratici hanno resistito. Presto il ragazzo firmerà il suo primo contratto da professionista con la Juventus e proseguirà il suo percorso di crescita. Qualora domani giocasse contro l’Udinese, comunque, non sarebbe record, perché nel 1937, il romanista Amedeo Amadei, esordì a 15 anni con la Roma.

Moise Kean - Juventus

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail