Atp Shanghai 2016 | Bautista elimina Djokovic e va in finale con Murray

bautista-agut-djokovic-atp-shanghai-2016.jpg

Atp Shanghai 2016. Clamorosa vittoria di Bautista Agut su Djokovic in semifinale. Lo spagnolo si impone con un doppio 6-4 sul numero uno del mondo e conquista la prima qualificazione in carriera alla finale di un Masters.

Anche stamane, Nole ha palesato i limiti di condizione e di gioco già mostrati nei turni precedenti, specie ieri nel quarto di finale vinto al terzo su M.Zverev. Primo set equilibrato fino al 4-4. Nel nono game, Djokovic spreca due break point e viene punito nel turno di battuta seguente dal break di Bautista che regala all'iberico l'insperato 6-4.

Il secondo parziale procede senza emozioni fino al 3-2 per Bautista quando inizia la girandola di break che proseguirà fino all'epilogo dell'incontro.Per due volte Djokovic recupera lo svantaggio e, in un combattuto nono game, con l'avversario in battuta per chiudere sul 5-3 sventa anche tre match point ai vantaggi. Nole, tuttavia, non completa la rimonta. Al momento di agganciare il rivale, sotto 5-4, un altro sciagurato turno di servizio condanna il serbo alla sconfitta. Per Bautista una delle più belle e importanti vittorie in carriera. Finora, in cinque precedenti contro Djokovic era sempre stato sconfitto.

Bautista contenderà il titolo a Andy Murray. Seconda finale consecutiva per il britannico, la quarta a Shanghai, con la prevedibile vittoria su Gilles Simon in due set, 6-4; 6-3. Primo set a dir poco altalenante nel punteggio. Dieci game, 7 break di cui 4 favorevoli a Murray. Nel secondo parziale, Andy si porta sul 5-1, smarrisce uno dei due break di vantaggio ma non si lascia sfuggire la qualificazione.

Atp Shanghai 2016 | Le semifinali

Atp Shanghai 2016. Oggi le due semifinali del Rolex Masters, Djokovic-Bautista Agut alle 10 e Murray-Simon nel pomeriggio alle 14.

Djokovic, campione in carica a Shanghai, è arrivato in semifinale senza impressionare. Facili le vittorie con Fognini e Pospisil. Ieri, nei quarti, inaspettato epilogo al terzo set con il qualificato tedesco Mischa Zverev, sconfitto 6-3 al terzo, in svantaggio di un set e di un break. Percorso netto, invece, per Bautista Agut. Quattro partite, quattro vittorie immacolate per lo spagnolo, davvero convincente ieri nel 6-3; 6-4 rifilato a Tsonga, finalista a Shanghai nel 2015.

Per Bautista è la seconda semifinale in carriera in un Masters, a due anni di distanza da quella disputata e persa a Madrid con il connazionale Nadal. Decisamente più elevato il contatore delle semifinali di Djokovic che si è sempre imposto sul rivale odierno nei cinque precedenti disputati. Gli ultimi due nella stagione in corso, a Madrid e negli ottavi del Roland Garros. Sebbene non al meglio e non convincente come al solito, difficilmente Djokovic si lascerà sfuggire la seconda finale consecutiva a Shanghai.

Rispetto a Nole, Murray è decisamente più ispirato. Lo scozzese è imbattuto da Pechino e a Shanghai ha demolito Johnson, Pouille e Goffin, perdendo, in tutto, appena 12 game. In 7 edizioni del Masters cinese, Andy ha raggiunto la finale in tre occasioni con due titoli in bacheca. Il poker è alla portata anche se Simon non è mai un avversario facile da affrontare. Peraltro, Gilles si trova particolarmente a suo agio sul cemento di Shanghai dove due anni fa è stato finalista sconfitto con due tie break da Roger Federer.

Diretta televisiva delle due semifinali di Shanghai su Sky Sport 2. Streaming su Sky Go o Sky Go Plus.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail