Mondiale per Club Volley femminile 2016: la Pomì resta in corsa. Battuto il Rexona 3-2

Le campionesse d’Europa ora hanno una vittoria e una sconfitta.

È stata una partita dura e avvincente quella tra Pomì Casalmaggiore e Rexona-Sesc Rio, ma alla fine le campionesse d’Europa l’hanno spuntata al tie-break e sono riuscite a restare ancora in corsa per la semifinale del Mondiale per Club di pallavolo 2016 che è in corso di svolgimento a Manila. Ora le ragazze di Gianni Caprara devono da una parte risolvere la “pratica” PLS-F2 Logistics Manila, ossia battere nel modo più rapido possibile le padrone di casa, e dall’altra affidarsi al risultato che uscirà dalla sfida tra Rexona ed Eczacibasi Istanbul per capire se potranno andare avanti nella competizione o accontentarsi di disputare i match per i piazzamenti.

Caprara oggi ha proposto ancora la formazione con Lloyd in regia, Fabris opposta, Tirozzi e Bosetti in banda, Stevanovic e Gibbemeyer centrali più Sirressi libero, poi nel corso del match hanno avuto spazio anche Guerra, Susic e soprattutto Bacchi, che è entrata nel terzo parziale al posto della capitana ed è rimasta in campo da titolare nel quarto.

Il primo set per Casalmaggiore è stato come una sorta di continuazione della partita di ieri contro l’Eczacibasi Istanbul: le rosa sono state in balìa delle avversarie che hanno trovato il break già sul 5-3 e poi Caprara sul 7-3 ha dovuto chiamare il primo time-out, ma la situazione non è cambiata, anzi, sul 16-11 ha dovuto fermare di nuovo il gioco. Le brasiliane sono volate sul +8 (20-12) e alla fine hanno ottenuto sette palle-set, nessuna annullata prima del 25-17.

Nel secondo set, finalmente, Casalmaggiore è tornata a somigliare di più al cigno che siamo soliti vedere piuttosto che al brutto anatroccolo che si è presentato a Manila. Le casalasche sono state in vantaggio per tutto il parziale e sono riuscite a trovare anche un ampio vantaggio. Bernardinho ha chiamato il primo time-out quando le sue ragazze erano sotto 9-5 e il secondo sul 17-10 per la Pomì, ma alla fine le rosa hanno ottenuto cinque palle-set, solo una annullata prima del 25-20.

Nel terzo set ci sono stati continui capovolgimenti di fronte. Prima il Rexona è partito in quarta volando sul 4-0, poi ha subìto a sua volta un parziale di 4-0 (4-4), ha di nuovo trovato il +3 (8-5), ma è stato raggiunto (8-8) e superato dalla Pomì che è passata a condurre 9-8. Bernardinho ha chiesto il time-out e le sue giocatrici hanno messo a segno un 4-0 (12-9) che ha costretto Caprara a fermare il gioco e a questo punto sono state le Rosa a riportarsi avanti (18-14). Bernardinho ha così dovuto sprecare il suo secondo time-out, ma Casalmaggiore ha trovato lo spunto vincente per arrivare a ottenere sei palle-set (24-18). Le brasiliane ne hanno annullate due prima che la Pomì chiudesse sul 25-20.

Nel quarto set le campionesse d’Europa sono partite molto bene e Bernardinho ha chiesto il time-out sul 7-4. Le sue ragazze hanno reagito bene e hanno impattato sulla’8-8. A questo punto è stato Caprara a fermare il gioco, ma non ha avuto la stessa reazione del suo collega e il Rexona è volato via fino al +6. Alla fine le brasiliane hanno conquistato sei palle-set, una sola annullata da Bosetti prima del 25-19 che ha costretto la Pomì a giocare il tie-break.

Il quinto set è stato molto avvincente, anche in questo caso ci sono stati continui ribaltamenti di fronte: prima la Pomì avanti 7-4, poi il Rezona ha pareggiato e superato le rosa, ottenendo anche un primo match-point. Alla fine i punti partita per le brasiliane sono stati tre, tutti annullati dalle casalasche che ai vantaggio sono riuscite a imporsi 18-16.

Risultato finale: Pomì Casalmaggiore-Rexona-Sesc Rio 3-2 (17-25, 25-20, 25-20, 19-25, 18-16)

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail