Garcia: "Roma poco elegante, che fatica sciogliere il contratto"

Rudi Garcia è da ieri il nuovo allenatore dell’Olympique Marsiglia. Debutterà domani sera contro il Paris Saint Germain in trasferta, in un match dunque assai complicato. Dopo la presentazione ufficiale avvenuta ieri con una conferenza stampa in pompa magna, oggi l’ex allenatore della Roma si è tolto qualche sassolino dalla scarpa.

Garcia non usa mezzi termini per definire poco elegante il comportamento della dirigenza giallorossa. In estate, infatti, per l’allenatore francese c’erano diverse offerte, ma sono tutte saltate perché il club capitolino non lo avrebbe liberato.

"Speravano che mi arrivasse un'offerta da un grosso club - racconta a L’Equipe - , così da guadagnarci anche loro. Avrebbero potuto essere più eleganti. Ho ricevuto diverse proposte in estate, ma la Roma non le ha mai accettate".

Stando a quanto riferiscono i giornalisti transalpini, le offerte più interessanti erano arrivate a Garcia dalla nazionale belga e dal West Ham. Non se n’è però fatto nulla perché la Roma non lo ha lasciato andare avendo un contratto valido ancora fino giugno del 2018. A quel punto, l’ex Lilla ha preso la situazione rinunciando anche a parte della buonuscita pur di trovare una nuova squadra.

"Bisognava che uscissi dalla Roma - continua Garcia al quotidiano francese - , poi è stato un gioco di trattative. Alla fine me ne sono andato con meno della metà di quello che mi spettava, ma almeno me ne sono andato. Fossero stati più eleganti non sarei al Marsiglia adesso".

Tornando per un attimo ai tempi in cui era allenatore, Garcia ammette che fu un errore accettare alcune imposizioni da parte della società. Il suo staff fu smantellato pian piano, fino ad arrivare al divorzio avvenuto a metà della passata stagione sportiva.

"Fu un errore accettare i preparatori atletici scelti dalla società, oggi non si ripeterebbe - ammette - . Meglio separarsi subito, perché si guadagna tempo. Resta il rispetto per i tifosi della Roma che sono stati eccezionali".

Rudia Garcia Marsiglia

  • shares
  • Mail