Abu Dhabi Tour 2016: a Cavendish l’ultima tappa davanti a Nizzolo e Viviani | Video

Tanel Kangert ha vinto la classifica generale davanti a Nicolas Roche e Diego Ulissi.

Due tappe su quattro per Mark Cavendish all’Abu Dhabi Tour 2016: dopo il successo nella seconda frazione, il britannico della Dimension Data si è imposto anche nella quarta e ultima tappa davanti a due italiani, Giacomo Nizzolo della Trek Segafredo ed Elia Viviani del Team Sky. Cavendish ha coronato con successo il gran lavoro che la sua squadra ha svolto per tutta la giornata. La classifica generale va a Tanel Kangert dell’Astana che ieri ha vinto la tappa regina, l’unica con l’arrivo in salita, e anche sul podio finale c’è un italiano: è Diego Ulissi della Lampre-Merida, terzo dietro a Nicolas Roche del Team Sky.

La tappa di oggi, lunga in totale 143 km e caratterizzata da 26 giri del circuito di Yas Marina, ognuno lungo 5,5 km, ha visto partire una fuga composta da Michal Paluta della CCC Sprandi, Yauhen Sobal del Minsk Cycling Team, Kristian House della One Pro Cycling, Fredrik Frison della Lotto-Soudal e Sergey Firsanov della Gazprom-RusVelo. Il loro vantaggio massimo è stato di circa due minuti, con l’Astana che si è occupata di controllare il gruppo per gran parte del tempo, poi la Dimension Data di Mark Cavendish ha preso il comando per ridurre il gap.

Negli ultimi 7 km sono tre dei cinque battistrada sono rimasti in fuga con una ventina di secondi di vantaggio, si tratta di Paluta, Frison e House, mentre gli altri tre si sono arresi e sono stati ripresi prima. La Dimension Data ha continuato a guidare il gruppo, mentre l’Astana è rimasta a ruota della squadra sudafricana.

Nell’ultimo giro Frison ha continuato a spingere, Paluta, invece, ha avuto qualche attimo di incertezza, poi ha dato il cambio al compagno di fuga. Ai -4 km avevano ancora qualche metro di vantaggio, ma sono poi stati inesorabilmente ripresi dal gruppo nonostante lo sforzo davvero ammirevole.

Dopo il ricongiungimento si è fatta vedere in testa la Trek-Segafredo e man mano si sono cominciati a organizzare i treni dei velocisti di tutte le principali squadre. All’inizio dell’ultimo chilometro Cavendish aveva ancora tre compagni davanti a sé a tirargli la volata, anche se John Degenkolb ha provato a infilarsi tra l’ultimo uomo, Renshaw, e lo stesso Cavendish. Nella volata finale però non c’è stato scampo per nessuno e il britannico ha dettato la sua legge sotto la luce dei riflettori del circuito di Formula 1.

Questi i primi dieci classificati nell’ultima tappa, tutti con lo stesso tempo:
1) Mark Cavendish (Dimension Data) 3h 07’ 44”
2) Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo)
3) Elia Viviani (Team Sky)
4) Magnus Cort Nielsen (Orica-BikeExchange)
5) Jean-Pierre Drucker (BMC)
6) Ramon Sinkeldam (Team Giant-Alpecin)
7) Michael Matthews (Orica-BikeExchange)
8) Sacha Modolo (Lampre-Merida)
9) Mark Henshaw (Dimension Data)
10) Michael Kolar (Tinkoff)

Queste le prime posizioni della classifica generale finale:
1) Tanel Kangert (Astana) 12h 27’ 34”
2) Nicolas Roche (Team Sky) +21”
3) Diego Ulissi (Lampre-Merida) +43”
4) Vincenzo Nibali (Astana) +1’ 00”
5) Alberto Contador (Tinkoff) +1’ 00
6) Julien Bernard (Trek-Segafredo) +1’ 02”
7) Ben Hermans (BMC) +1’ 29”
8) Martijn Tusveld (Giant Alpecin) +1’ 38”
9) Winner Anacona (Movistar) +1’ 38”
10) Jesper Hansen (Tinkoff) +1’ 38”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail