Europei di Ciclismo su pista 2016: l’Italia chiude con tre medaglie

Un oro e due argenti per i ragazzi di Marco Villa.

Gli Europei di ciclismo su pista 2016 a St. Quentin en Yvelines si sono conclusi oggi con l’assegnazione degli ultimi quattro titoli. La notizia di giornata è che c’è stato l’esordio del Madison al femminile e hanno vinto le belghe Lotte Lopecky e Jolien D'Hoore con 36 punti davanti alle britanniche Emily Nelson ed Emily Kay con 26 punti. bronzo per le olandesi Kirsten Wild e Nina Kessler. Molto bene le azzurre Giulia Maria Confalonieri e Rachele Barbieri che hanno chiuso al sesto posto con 12 punti a pari merito con le quinte, le russe Anstasija Jakovenko eAleksandra Chekina, mentre al quarto posto si sono piazzate le francesi Coralie Demay e Laurie Berthon con 17 punti.

Sempre al femminile si è assegnato il titolo continentale di velocità, gara in cui non c’erano azzurre tra le partecipanti. Ha vinto la lituana Simona Krupeckaite che ha battuto nella finalissima la russa Anastasiia Voinova mentre la spagnola Tania Calvo Barbero ha vinto la finale per il bronzo contro la belga Nicky Degrendele.

In campo maschile, invece, abbiamo assistito alle gare di keirin e di Madison. Nel keirin ha vinto il ceco Tomas Babek davanti all’ucraina Andriy Vynokurov, mentre il bronzo è andato al francese Charly Conord. Gli azzurri Francesco e Davide Ceci non si sono qualificati per le finali.

Nel Madison hanno vinto gli spagnoli Albert Torres Barcelo (vincitore dell’Omnium) e Sebastian Mora Vedri. I francesi Benjamin Thomas e Morgan Kneisky hanno prevalso sulla coppia di bronzo formata dai belgi Moreno De Pauw e Kenny De Ketele nella sfida per il secondo e il terzo posto. Gli azzurri Francesco Lamon e Simone Consonni si sono classificati al quinto posto.

L’Italia dunque chiude con tre medaglie: l’oro del quartetto femminile e l’argento del quartetto maschile nell’inseguimento squadre e l’argento di Simone Ganna nell’inseguimento individuale. Ma ci sono da ricordare anche i quarti posti di Simone Consoni nell’Omnium maschile, di Elisa Balsamo nell’Omnium femminile e di Rachele Barbieri nello scratch femminile. Ricordiamo anche che stiamo parlando di atleti giovanissimi e incredibilmente promettenti, Balsamo e Ganna su tutti, che hanno già nel loro palmares titoli mondiali.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail