[VIDEO] Sarri duro con Insigne: "Quando esce deve stare zitto"

Maurizio Sarri duro con Lorenzo Insigne al termine di Juventus-Napoli. I partenopei escono sconfitti dallo Juventus Stadium e per il tecnico toscano c’è ora una grana in più, quella del malcontento dello “scugnizzo”, che non ha affatto gradito la sostituzione. Reduce da alcune prestazioni deludenti, Insigne aveva confezionato l’assist per il momentaneo 1-1 di Callejon.

Poco dopo, però, è stato sostituito per far spazio all’ex del match, Emanuele Giaccherini. Insigne non l’ha presa bene e uscendo dal campo si è lamentato platealmente per il cambio. "Perché togli me? Sto facendo tutto io!", pare sia stato il labiale dello scugnizzo secondo Mediaset. Sarri, raggiunto dalle telecamere di Premium, non gliele ha mandate a dire:

"Insigne arrabbiato per il cambio? Quando esce deve stare zitto e basta. Se c'è qualcosa da chiarire lo faremo nei prossimi giorni. L'ho tolto perché non sembrava stare bene fisicamente".

Quanto alla partita in sé, il tecnico del Napoli dichiara che per quanto visto questa sera allo Stadium, la sua squadra non meritasse la sconfitta.

"Abbiamo fatto bene ma se concediamo due errori a una squadra come la Juve, il rischio di pagarli c'è sempre. Non meritavamo la sconfitta per quello che si è visto in campo. In questo momento facciamo sempre qualche errore e contro i giocatori che ha la Juve diventa pericolosissimo. L'anno scorso avevamo fatto una gara più timida. Davanti eravamo un po' stanchi e questo potrebbe avere un po' inciso. Mi dispiace per il secondo gol preso per un errore su una lettura sbagliata. Il primo non lo commento, è un errore singolo, sfortunato perché la palla è finita sul piede di Bonucci".

Infine, una battuta sull’abbraccio col “figlio” Higuain, che alla fine lo ha comunque castigato mettendo a segno il gol del 2-1.

"Quando sei arrabbiato con un figlio continui a volergli bene. Lui mi ha fatto solo del bene, il passaggio alla Juve mi ha fatto male ma rimane una persona alla quale sono affezionatissimo e probabilmente fra dieci anni ci sentiremo ancora".

Sarri contro Insigne

  • shares
  • Mail