Volley, l’americano Max Holt: “Qualcuno mi sposa? Così divento italiano”

Il centrale di Modena non vuole tornare nell’America di Donald Trump.

L’argomento del giorno è senza dubbio l’elezione di Donald Trump alla Casa Bianca e anche gli sportivi si sono fatti coinvolgere nel dibattito globale. A maggior ragione quelli direttamente interessati perché di nazionalità americana.

In tantissimi hanno commentato, la maggior parte intristiti dall’esito del voto, ma se c’è uno che si è distinto per il commento più originale è senza dubbio il pallavolista Maxwell Holt, che gioca in Italia, a Modena, e parla un ottimo italiano anche perché ha a che fare con il nostro Paese già da molti anni avendo giocato a Verona nella stagione 2009-2010, poi a Piacenza dal 2013 al 2013 e quest’anno è tornato in Italia per andare nelle fila dei campioni d’Italia a Modena dopo tre anni alla Dinamo Mosca, dove però continuava a parlare italiano con il suo amico (quest’anno avversario) Ivan Zaytsev.

Ebbene stamattina Max Holt, appena sveglio, ha scritto su Twitter:

“Qualcuno mi vuole sposare? Così divento italiano e rimango qua”

Nonostante il refuso, probabilmente dovuto più al T9 che al fatto che non scriveva nella sua lingua madre, perché in realtà il suo italiano è eccellente, il tweet è stato retwittato migliaia di volte.

Holt, 29enne originario di Cincinnati, in America ha giocato soltanto tre anni nella squadra della Pennsylvania State University e con la nazionale a stelle e strisce ha vinto il bronzo ai recenti Giochi Olimpici di Rio 2016, dopo essere uscito in semifinale proprio contro l’Italia, loro nella World League 2014 a Firenze, il bronzo nella World League 2015 e l’oro nella Coppa del Mondo in Giappone 2015, titolo che è valso la qualificazione diretta alle Olimpiadi.

Nel suo palmares conta una Supercoppa Italiana vinta quest’anno con Modena, una Coppa Cev e una Challenge Cup vinte con la Dinamo Mosca e un campionato universitario in patria nel 2008.

Inutile dire che dopo il suo tweet di stamattina si è creata una certa fila di ragazze italiane pronte a rispondere all’appello…

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail