Daniele Garozzo: la medaglia d’oro rubata ritrovata in un cassonetto a Torino

L’azzurro è ancora a Tokyo, la verifica dell’autenticità l’ha fatta un suo amico.

È arrivato il lieto fine, per fortuna, per la disavventura di Daniele Garozzo, campione olimpico di fioretto individuale ai Giochi di Rio 2016. L’azzurro era stato derubato della sua medaglia d’oro mentre era su un treno per Torino il 29 ottobre scorso. Si era addormentato per un’oretta e al risveglio si era ritrovato lo zaino aperto e senza più la sua preziosa medaglia d’oro conquistata alle Olimpiadi.

Tramite le pagine di giornali e siti web aveva rivolto un appello ai ladri sottolineando quanto, ovviamente, per lui fosse importante quella medaglia, che un giorno vorrebbe mostrare ai suoi figli. Aveva dunque chiesto che li venisse restituita.

La medaglia è stata ritrovata, ma non c’è alcun gesto onorevole dietro al ritrovamento. I ladri si sono confermati infami, anzi, anche più di quanto si potesse immaginare, visto che hanno creato un enorme dispiacere a Garozzo rubandogli la medaglia, ma poi che cosa ne hanno fatto? L’hanno gettata in un cassonetto della spazzatura!

Evidentemente quando hanno aperto lo zaino e hanno preso la custodia dentro la quale era conservata la medaglia pensavano di trovare gioielli o qualcosa facilmente rivendibile, invece una medaglia come quella era praticamente inutilizzabile per i ladri che sarebbero stati subito scoperti se avessero provato a riciclarla. Però, invece di accogliere l’appello di Garozzo e restituirgliela in un modo un po’ più civile, pur senza farsi scoprire, l’hanno gettata in un cassonetto della spazzatura a Torino.

L’ha ritrovata una signora che, secondo quanto riporta l’Ansa, l’ha vista brillare tra i sacchetti dell’immondizia. Sicuramente ci sarà comunque un’indagine sul caso, perché anche il ritrovamento è un po’ bizzarro, ma almeno, intanto, Garozzo riavrà la sua medaglia.

Poiché il campione olimpico ora è a Tokyo, dove ha disputato la tappa di Coppa del Mondo di fioretto, è stato il maestro Dario Chiadò a occuparsi della verifica dell’autenticità della medaglia ritrovata e a comunicargli poi per telefono che sì, è proprio la sua. Garozzo ha già promesso una cena alla signora che ha trovato la sua medaglia e a tutta la sua famiglia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail