Azzurri del fioretto bronzo a Tokyo. Pioggia di medaglie per la scherma paralimpica a Pisa

Weekend ricco di medaglie per l’Italia della scherma.

L’Italia della scherma ha raccolto medaglie da Pisa a Tokyo in questo ricchissimo weekend. Tutto merito dei ragazzi del fioretto e di quelli della scherma paralimpica. I fiorettisti, nella tappa di Coppa del Mondo di Tokyo, dopo aver occupato il secondo e il terzo gradino del podio con Giorgio Avola e Alessandro Paroli nella gara individuale, oggi sono arrivati terzi in quella a squadre.

Gli azzurri Daniele Garozzo, Giorgio Avola, Alessio Foconi e Lorenzo Nista oggi hanno perso in finale per 45-34 contro gli Stati Uniti, ma hanno poi vinto la finale per il bronzo contro il Giappone per 45-29. L’oro è andato alla Russia che si è imposta in finale contro gli americani per 45-35.

Non sono arrivate invece medaglie dalla spada femminile. Le azzurre impegnate a Suzhou, in Cina, dopo essere arrivate al massimo agli ottavi di finale con Mara Navarria e Alberta Santucci nella prova individuale, in quella a squadre con Rossella Fiamingo e Giulia Rizzi con Navarria e Santucci, è arrivato solo un sesto posto. Le spadiste italiane sono state eliminate ai quarti22-21 dall’Estonia e hanno poi perso 45-41 contro la Polonia la finale per il quinto posto.

Tantissime le medaglie arrivate per l’Italia nella tappa casalinga, a Pisa, di Coppa del Mondo di scherma paralimpica. Bebe Vio, ormai idolo incontrastato di tutta la nazione, ha vinto come sempre dominando la sua gara, quella di fioretto femminile Cat. A.

Sono arrivati anche il bronzo di Matteo Betti e di Emanuele Lambertini nel fioretto maschile Cat. A; l’oro di Andrea Pellegrini e l’argento di Edoardo Giordan nella sciabola Cat. A, al termine di una entusiasmante finale tutta azzurra; l’argento di Andreea Mogos nella sciabola femminile Cat. A, il bronzo di Loredana Trigilia nel fioretto Cat. A, l’argento a squadre dei ragazzi del fioretto maschile (Matteo Betti, Emanuele Lambertini, Matteo Dei Rossi e Gabriele Leopizzi). Alessio Sarri, dopo aver vinto il bronzo nella spada Cat. B, ha poi conquistato l’oro nella sciabola.

Foto © Bizzi/Federscherma

  • shares
  • Mail