Juventus, l'esordio di Kean è da 'record': è il primo 2000 della Serie A

Moise Kean ha fatto finalmente il suo esordio in Serie A dopo 5 partite in panchina. Il giovanissimo attaccante ha collezionato i suoi primi minuti nel massimo campionato italiano entrando nel finale di Juventus-Pescara, quando i bianconeri avevano già messo al sicuro i 3 punti. A suo modo Kean si è già ritagliato un piccolo spazio nella storia della Serie A perché è stato il primo giocatore nato nel nuovo millennio ad esordire nel campionato italiano.

Kean è infatti nato il 28 febbraio 2000 a Vercelli da genitori ivoriani. Nel settore giovanile dei bianconeri sta segnando con grande regolarità ed ha già esordito anche nelle nazionali giovanili italiane. Kean è diventato questa sera anche il più giovane esordiente nella storia della Juventus con i suoi 16 anni, 8 mesi e 19 giorni, "superando" così Renato Buso (16 anni, 9 mesi, 24 giorni) che esordì dal primo minuto il 12 ottobre 1986 in un infuocato Fiorentina-Juve.

Kean non ha ancora firmato un contratto da professionista pur essendo già seguito in via ufficiosa da Mino Raiola. Prima della partita Marotta ha parlato proprio di questa situazione: "Spero che Raiola non lo porti via, esiste sempre la correttezza frutto di trasparenza che esiste con Raiola. Ufficialmente non sappiamo chi è l’agente, penso che abbia tanti anni davanti, giocare nella Juve dovrebbe essere per lui motivo di orgoglio. Sta nel posto migliore. Se poi il discorso è economico allora è diverso. Il suo agente dovrebbe farlo ragionare, il dio denaro non deve essere fondamentale".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail