Juric: "Lazio forte, ma abbiamo regalato un rigore"

La sconfitta di Roma non rende felice Ivan Juric, l'allenatore del Genoa è alle prese con una classifica non esaltante, anche se il livello bassissimo di alcune delle 20 formazioni della A rende praticamente già finita la "corsa salvezza" vera e propria. I risultati delle ultime cinque (3 sconfitte, compresa quella nel derby, una sola vittoria, anche se con il Milan, e un pareggio) non rendono del tutto giustizia al livello di gioco espresso dai rossoblu, ma raccogliere 0 punti all'Olimpico contro una Lazio così in forma non era del tutto imprevedibile.

Juric se la prende con gli errori difensivi, soprattutto quello che ha causato un rigore (netto, ma evitabilissimo) decisivo per far pendere la bilancia dalla parte biancoleste pochi minuti dopo aver trovare il pareggio con Ocampos.

Abbiamo perso un po' di concentrazione, commettendo troppo errori in fase difensiva. Abbiamo cominciato molto bene il secondo tempo, potevamo anche andare in vantaggio, ma poi abbiamo commesso due gravi errori. Non è facile far male alla Lazio.

Nel prossimo turno il Genoa ospiterà la Juventus, occasione ideale per giocare una partita senza troppi pensieri e con tante motivazioni, ma Juric è già consapevole di dover fare a meno di Orban (espulso) e Veloso (ammonito ed in diffida) senza citare Pavoletti. L'attaccante è uscito per un problema fisico che verrà valutato in settimana, difficile sapere se riuscirà a recuperare in tempo per il prossimo match.

  • shares
  • Mail