Milan, il saluto della Curva Sud a Berlusconi e il selfie con le vecchie glorie

Una coreografia per salutare i 30 anni di presidenza Berlusconi.

Tempo di nostalgia in casa Milan. Nonostante la squadra e la società in questo periodo siano concentrate a guardare avanti, con i nuovi dirigenti in arrivo e con i giovani come Locatelli e Donnarumma che fanno sognare i tifosi, c’è un addio importante che si sta consumando in questi giorni: è quello a Silvio Berlusconi.

Al di là di quello che ha rappresentato per il Paese e di tutti gli aspetti negativi del suo impegno in politica, i tifosi del Milan, anche quelli che non lo hanno mai votato o quelli che lo hanno fatto e poi si sono pentiti, devono comunque riconoscere che per la squadra rossonera è stato un grande presidente. Anzi, il più grande finora. Non si possono spiegare altrimenti tutti i trofei vinti in 30 anni di gestione Berlusconi.

Per questo la Curva Sud di San Siro ieri sera, prima del derby con l’Inter, ha srotolato la sua coreografia interamente dedicata al presidente uscente. Invece di striscioni contro i cugini, i supporter rossoneri hanno preferito guardare solo in casa propria, anche se una frecciatina agli avversari c’era, con tutti quei trofei rappresentati intorno a Berlusconi...

Gli ultrà hanno così voluto celebrare i suoi 30 anni di presidenza dal 1986 al 2016: Silvio al centro della scena che abbraccia una coppa dalla grandi orecchie, la Coppa dei Campioni, quella a cui è stato più affezionato e che ha vinto cinque volte da Presidente. E poi ci sono le coppe intercontinentali (1989 e 1990) e l’erede coppa del mondo per club (2007), le Supercoppe europee, gli scudetti, la Coppa Italia del 2003 e le Supercoppe italiane (sei, tutte durante la gestione Berlusconi).

Berlusconi è stato salutato anche da molte vecchie glorie presenti ieri a San Siro. Questa mattina Massimo Ambrosini ha pubblicato una foto, un “mega-selfie” con Berlusconi al centro tra tanti ex giocatori: i “capitani” Paolo Maldini e Franco Baresi, la “Provvidenza” Daniele Massaro, lo stesso Ambrosini, Massimo Oddo, Marek Jankulovski. Ci sono anche alcuni amici come il comico Teo Teocoli, che accanto a Maldini ci ricorda tanto il compianto Cesare, Renzo Rosso, patron della Diesel e style partner del Milan. Sì, purtroppo da dietro sbuca anche Salvini…

  • shares
  • Mail