Napoli: a dicembre i lavori di ammodernamento del San Paolo

Napoli - Tra pochi giorni prenderanno il via i lavori di ammodernamento dello stadio San Paolo. Si tratta della prima tranche che sarà pagata dal Comune di Napoli per una spesa di 1 milioni e 400 mila euro. L’annuncio è stato dato dal sindaco Luigi De Magistris e dall’assessore allo sport, Ciro Borriello. Il cantiere aprirà ufficialmente nel mese di dicembre e avrà la durata di 90 giorni. L’obiettivo è quello di rendere il San Paolo un impianto più consono ai palcoscenici europei, con nuove comodità e seguendo dgli standard per altor richiesti a più riprese dall’Uefa.

I lavori di ammodernamento riguarderanno gli spogliatoi e gli altri spazi di accoglienza delle squadre. Inoltre, sarà garantita una maggiore sicurezza tramite il miglioramento dell’impianto antincendio. La tribuna stampa sarà maggiormente protetta dagli agenti atmosferici e saranno abbattute le barriere architettoniche. Infine, la stessa parte della tribuna sarà dotata di impianto fotovoltaico in modo tale da essere autosufficiente dal punto di vista energetico.

Si tratta di lavori che faranno felice il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, che li auspica da tanto tempo. "I lavori allo stadio San Paolo sono uno sforzo tutto pubblico - ammette il sindaco De Magistris - . Con la società non c'è alcun conflitto ma siamo intervenuti perché non era più possibile attendere. Era necessario investire risorse perché era dietro l'angolo il rischio concreto di non poter più giocare al San Paolo".

Nel recente passato, infatti, l’Uefa aveva più volte intimato al Napoli di giocare in un impianto più moderno ed efficiente rispetto a quello di Fuorigrotta.

stadio san paolo napoli lavori

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail