PSG, negato l'ingresso in UK ad Aurier: niente Arsenal per lui

Serge Aurier non ci sarà domani sera all'Emirates Stadium per il match decisivo tra Arsenal e PSG, con in palio il primo posto nel Gruppo A di Champions. Il difensore ivoriano si è visto infatti negare all'ultimo minuto l'accesso in UK, poco prima di imbarcarsi sul volo che ha portato oggi la squadra in Inghilterra. Le autorità l'hanno infatti respinto per i suoi precedenti penali dovuti alla condanna a 2 mesi di reclusione inflitta lo scorso 26 settembre dalla giustizia francese per oltraggio a pubblico ufficiale. Il fatto risale al maggio scorso, quando Aurier insultò e aggredì degli agenti di polizia davanti ad un nicht club nella zona degli Champs Elysées.

Il PSG non ha preso per nulla bene questa decisione, non solo perché è arrivata all'ultimo momento ma anche perché il club si era attivato per tempo inviando alle autorità tutta la documentazione necessaria, ricevendo anche l'ok per il suo ingresso nel Paese. Il visto di Aurier è stato poi revocato su iniziativa del Ministro dell'Interno britannico a causa proprio della condanna penale, ignorando il ricorso in appello del giocatore con la sentenza quindi non ancora esecutiva.

I francesi hanno protestato con la UEFA, che ha subito condannato l'episodio: "L'Uefa esprime il proprio profondo disappunto riguardo al fatto che al giocatore del Psg Serge Aurier è stato negato l'accesso nel Regno Unito per giocare il match di Champions contro l'Arsenal. L'Uefa supporta il Psg nei propri sforzi fatti per ottenere un visto per il giocatore, ma le autorità glielo hanno negato. È sconveniente che un giocatore in lista Champions non possa prendere parte ad un match per ragioni che non solo legate al calcio e ai propri regolamenti".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail