Napoli: scontri tra tifosi azzurri e polizia prima della Dinamo Kiev [VIDEO]

Napoli - Ancora violenza nel capoluogo campano a pochi minuti dal fischio d’inizio di Napoli-Dinamo Kiev, gara poi pareggiata tra i fischi dalla squadra di Maurizio Sarri. Dopo gli accoltellamenti di due tifosi ucraini avvenuti nella giornata di ieri, questa sera un nutrito gruppo di tifosi del Napoli ha fatto esplodere petardi all’esterno della Curva A dello stadio San Paolo.

Ad un certo punto, però, le forze dell’ordine in assetto antisommossa hanno caricato gli ultras, dando il via ad uno scontro frontale. I tifosi partenopei hanno lanciato all’indirizzo dei poliziotti bottiglie, pietre e sedie. Alcuni agenti sono stati presi d’assalto a cinghiate contro gli scudi. Alla fine, tramite il lancio di gas lacrimogeni le forze dell’ordine sono riuscite a disperdere gli scalmanati napoletani, dileguatisi in una strada laterale rispetto a Piazzale Tecchio.

Mentre avvenivano questi scontri, centinaia di persone erano nella piazza in attesa di poter entrare nello stadio San Paolo. Inoltre, sempre a piazzale Tecchio, prima della partita, un taxi è stato colpito da un razzo e ha preso fuoco a pochi passo dallo stadio. Secondo le prime ricostruzioni, a lanciare il razzo all’interno del taxi sarebbe stato per sbaglio da un agente che tentava di disperdere alcuni ultras intenti ad aggredire un gruppetto di ucraini che si recavano allo stadio. Il tassista è per fortuna riuscito a scappare prima che il mezzo prendesse fuoco.

napoli dinamo kiev incidenti

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail