Specialized Roubaix, il suo "segreto" si chiama Future Shock

Da 128 anni a questa parte le principali sospensioni delle biciclette da strada sono state le gomme. Se nel mondo della mountain bike da un più di un quarto di secolo gli ammortizzatori rappresentano la norma, nelle bici da corsa i vantaggi delle sospensioni non hanno mai prevalso su quelli della leggerezza.

Per questa ragione la Specialized Roubaix realizzata con il nuovo dispositivo Future Shock rappresenta una piccola rivoluzione. Future Shock è il sistema di sospensioni leggere che elimina le asperità del terreno, isolando il ciclista dalla superficie, rendendo la pedalata più fluida ed evitando i rallentamenti.

Grazie a Future Shock ogni crepa, buca o toppa del terreno viene assorbita dalla Specialized Roubaix. Situato nel tubo sterzo, rende i percorsi accidentati come quelli del pavè più confortevoli senza che per questo si debba scendere a compromessi in quanto efficienza e rapidità.

Per quanto riguarda la frenata, la Roubaix presenta una sola opzione, quella del disc brake.

Oltre al Future Shock, l’altra particolarità è il reggisella GC-R Fact Carbon che rende ancora più confortevole la bicicletta grazia alla guarnizione in gomma che sostituisce il classico collarino evitando l’ingresso di acqua e polvere.

Alla Specialized sono pronti a scommetterci: quando l’Uci ammetterà nuovamente le biciclette con i freni a disco la Roubaix diventerà la bicicletta preferita sulle strade dell’Inferno del Nord, delle classiche fiamminghe o di gare come l’Eroica.

specialized.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail