Coppa Davis 2016, finale: Croazia avanti sull'Argentina 2-1 grazie al doppio vincente

Domani si comincia alle 14 con la sfida tra Cilic e Del Potro che potrebbe essere già decisiva.

La Croazia si porta in vantaggio nella finale di Coppa Davis 2016 contro l’Argentina grazie al doppio vincente: Marin Cilic e Ivan Dodig hanno battuto Juan Martin Del Potro e Leonardo Mayer in soli tre set, ma i primi due sono finiti al tie-break.

Nel primo set nessuna delle due squadre è riuscita a strappare il servizio all’altra. C’è stat una sola palla-break per l’Argentina sulla battuta di Dodig nel terzo game, guadagnata da Mayer, ma annullata da Cilic ai vantaggi, poi ognuno ha tenuto la sua e nonno si è nemmeno andati più ai vantaggi. È stato così necessario il tie-break che ha visto subito la Croazia partire benissimo volando sul 3-0 grazie a due mini-break sul servizio di Mayer. L’Argentina ne ha recuperato solo uno sulla battuta di Dodig, poi è arrivato un altro break per i croati sul servizio di Del Potro e così Cilic ha potuto servire per il parziale guadagnando quattro palle-set e trasformando subito la prima per il 7-2 e dunque il 7-6 nel set.

Il secondo set è stato un po’ più movimentato. Gli argentini sono apparsi un po’ destabilizzati dal tie-break perso nel primo e già nel game di apertura del secondo, con Del Potro in battuta, hanno concesso una palla-break sul 30-40, m sono riusciti ad annullarla, poi Delpo con un ace ha risolto tutto conservando il servizio. Il break però è arrivato poco dopo, il terzo game, sul servizio di Mayer, lasciato a 15 dai croati che si sono portati sul 2-1. Ci è voluto un po’ perché l’Argentina recuperasse il break: è successo nell’ottavo game, quando, ai vantaggi, hanno strappato il servizio a Cilic pareggiando 4-4. Dopo tutti e quattro hanno difeso il loro turno in battuta e dunque anche questa volta si è giunti al tie-break. E nel tie-break ci sono stati ben cinque mini-break consecutivi, tre a favore della Croazia e due per l’Argentina. Cilic ha poi tenuto il suo primo turno con un ace, ma ha ceduto il servizio successivo permettendo all’Argentina di portarsi a -1 (4-3). Del Potro ha tenuto la sua battuta successiva, ma ha ceduto la seconda e così Dodig ha potuto servire per il parziale, guadagnando due palle-set e trasformando la prima per il 7-4 e dunque un altro 7-6.

Nel terzo set la prima palla-break è arrivata nel quarto game con Del Potro al servizio. L’argentino è però riuscito a recuperare e a difenderla portando la sua squadra sul 2-2. Dopo che Cilic ha conservato la sua battuta a 15, è arrivato il break a favore dei croati sul servizio di Mayer. Ben tre palle-break a favore di Cilic e Dodig che se ne sono fatti annullare solo una prima di chiudere grazie a un errore dell’argentino al servizio e si sono portati sul 4-2. Dopo che Dodig e Del Potro hanno conservato le rispettive battute, Cilic è andato a servire per il match, ha guadagnato due palle utili per chiudere e ha sfruttato la prima grazie a un errore degli avversari per il 6-3 finale.

Cilic/Dodig b. Del Potro/Mayer 7-6(2), 7-6(4), 6-3

Domani si comincia alle 14 con il primo singolare che dovrebbe già essere tra i due numeri uno delle rispettive squadre e cioè Marin Cilic e Juan Martin Del Potro.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail