Juve, Chiellini: "Siamo consapevoli degli errori"

Giorgio Chiellini contro il Genoa è rimasto in panchina per 90 minuti ma oggi, da uomo spogliatoio, ha parlato davanti alle telecamere di Sky e Mediaset. Dopo il secondo infortunio muscolare consecutivo, Allegri e il suo staff hanno deciso di reinserirlo gradualmente lasciandolo in panchina nelle ultime 3 partite giocate dalla Juventus. Solo in Champions il tecnico l'ha fatto entrare dalla panchina all'88esimo per rinforzare il reparto difensivo non potendo contare su Benatia e Barzagli.

Adesso però Chiellini sarà costretto per forza di cose ad accelerare il suo rientro per mettersi al servizio della squadra visto che anche Bonucci si è fatto male e per qualche tempo farà compagnia a Barzagli in infermeria. Chiellini ha parlato a nome di tutto il gruppo per la partita giocata ieri e in vista di quella di sabato prossimo: "Ci siamo confrontati come facciano dopo tutte le partite, è chiaro che meglio confrontarsi dopo una bella vittoria che dopo una sconfitta come quella di Genova. Questa sconfitta non è da Juventus. Tutto dipende da noi. Ora ci serve l'entusiasmo dei nostri tifosi".

Come Allegri, così anche Chiellini non sembra preoccupato dal gioco della sua squadra affidato ai colpi dei singoli. Anche l'esperto difensore è convinto che la squadra troverà i giusti equilibri entro la prossima primavera: "Credo che l'obiettivo di tutti noi sia quello di migliorarsi e di cercare il positivo anche dalle giornate storte come è stata questa. Quindi sicuramente siamo consapevoli degli errori che abbiamo fatto, però l'importante è che la nostra testa vada già avanti per migliorarsi e non commetterli. E cercare di crescere come squadra da qui a poi arrivare in primavera, ed essere veramente una squadra fatta è pronta per giocarci tutti i traguardi".

Chiellini ha anche difeso i compagni Cuadrado e Mandzukic che hanno litigato in campo durante il primo tempo della partita di ieri: "C'è stato un po' di nervosismo perché non siamo abituati a prendere tre goal in mezz'ora, non sono stati episodi belli ma testimoniano la voglia di reagire". Secondo Chiellini questa squadra meriterebbe maggiore entusiasmo da parte dei tifosi per i risultati che sta conseguendo nonostante un gioco non entusiasmante: "Siamo consapevoli che dobbiamo migliorare ma intorno a noi vedo poco entusiasmo per quello che stiamo facendo. Non giochiamo in maniera entusiasmante e tuttavia siamo in testa alla classifica dopo 5 scudetti e primi in Champions, è un risultato importante".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail