Recensioni Libri: L'arte del Camminare di Luca Gianotti

Il libro di Luca Gianotti (Ediciclo, 160p., 14,50€) inizia con una dichiarazione di intenti: camminare è un'arte e come tale deve essere praticata, con coscienza e cognizione di causa. Se fare il Cammino di Santiago è di moda, è bene farlo con la dovuta preparazione, atletica e spirituale.

Il libro di Gianotti è un vademecum sulla camminata come gesto rivoluzionario e controcorrente. In esso si trovano aneddoti, consigli e i segreti per affrontare le piccole e grandi imprese del caso, mai impreparati. Così il libro si dipana tra capitoletti pratici e sfiziosi: L'arte del preparare lo zaino, L'arte di camminare con i bambini, L'arte di meditare camminando, L'arte di partire con il piede giusto.

Lato pratico e lato spirituale, due facce della stessa attività scritte in maniera asciutta e concreta. D'altronde Gianotti è fondatore della Compagnia dei Viaggiatori dei Cammini è guida turistica, scrittore, ma soprattutto ha attraversato a piedi mezzo mondo, dalla Patagonia alla Thailandia, da Socotra alla Norvegia. Insomma "camminare come terapia", ma anche un modo diverso di conoscere il mondo con nuovi occhi, più attenti, più consapevoli a quello che ci circonda, come ci ricorda l'ottima prefazione targata Wu Wing:

Il benessere del camminare non è solo fisico. Come dice Bernard Ollivier, il corpo da il ritmo, ma il camminare induce una specie di dinamica spirituale: "Non avevo mai provato con tanto piacere l'azione del pensiero. Constatavo, e in seguito l'ho verificato molte volte, che camminare è un esercizio più spirituale che fisico. Riesce ad uccidere i pensieri negativi. E tutti i problemi diventano relativi.

  • shares
  • +1
  • Mail