L’alimentazione per il ciclismo: che cosa mangiare

Carboidrati e proteine sono alla base dell’alimentazione per il ciclismo

pasta alimentazione ciclismo

Quanto e che cosa può mangiare un ciclista? Difficile trovare una formula universale viste le variabili in gioco: il peso, le caratteristiche fisiche, il rapporto peso-potenza e il fabbisogno energetico richiesto dal percorso o dall’allenamento che si andrà ad affrontare. All’interno del fabbisogno energetico richiesto all’atleta, poi, ci sono ulteriori variabili: la presenza o assenza di vento, il ritmo della gara, la quantità di chilometri di salita, il fatto di trovarsi in gruppo o no.

Pur nella variabilità della quantità dell’apporto calorico, c’è un aspetto ineliminabile: la dieta deve essere ricca sia di carboidrati (che costituiscono la riserva energetica) che di proteine (che sono i “mattoncini” della muscolatura). Non possono mancare pasta, pane integrale, carne e pesce. Anche la verdura e la frutta sono importanti, mentre occorre evitare il più possibili alimenti ricchi di grassi saturi e zuccheri elaborati, cibi fritti ed eccessivamente conditi.



Durante gli allenamenti lunghi e in gara l’alimentazione del ciclista è sbilanciata sugli zuccheri: frutta (anche essiccata, panini con il miele, barrette con cereali e frutta essiccata). E naturalmente l’acqua che va bevuta frequentemente e a piccoli sorsi.

Foto | Pixabay

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO