ATP Doha 2017: Djokovic e Murray in semifinale a due diverse velocità

Djokovic ha battuto Stepanet in un’ora e mezza, Murray ci ha messo più di due ore per liberarsi di Almagro.

Continua il cammino dei due giocatori più forti del mondo al torneo ATP di Doha 2017, ma ancora una volta sono stati protagonisti di due partite molto diverse. Novak Djokovic ha superato i quarti di finale contro il ceco Radek Stepanek, numero 107 del mondo, con un doppio 6-3, anche se il primo set è durato quasi un’ora con cinque giochi finiti ai vantaggi. Andy Murray, invece, ha impiegato più di due ore per avere la meglio sullo spagnolo Nicolas Almagro, numero 44, che ha costretto il numero 1 al mondo a lottare fino al tie-break nel primo parziale.

Tornando al match di Djokovic, il serbo nel primo set è volato subito sul 3-0 grazie a un break in suo favore nel secondo game, poi Stepanek ha recuperato il break di svantaggio nel settimo e lunghissimo game, ma ha perso nuovamente la battuta nel gioco successivo (anche questo interminabile) e così Djokovic ha potuto servire per il set chiudendo sul 6-3. Il secondo set, invece, è stato molto più rapido, è durato poco più di mezz’ora con Djokovic che ha trovato il primo break già nel gioco di apertura, poi ha chiuso con un altro break per un altro e definitivo 6-3.

Murray, invece, ha cominciato il match con Almagro perdendo il servizio e recuperando il break di svantaggio soltanto nell’ottavo game, conducendo dunque gran parte del set all’inseguimento. Nessuno dei due ha poi più perso il servizio e così si è andati ai tie-break, dove Murray grazie a quattro mini-break contro i due di Almagro ha potuto chiudere 7-4 e dunque si è aggiudicato il parziale 7-6.

Nel secondo set Almagro ha perso il servizio per primo, al terzo game, ma ha recuperato con un contro-break immediato, poi ha ceduto di nuovo la battuta quando lui e Murray erano sul 5-5, al termine di un lunghissimo game in cui ha annullato tre palle-break prima del colpo finale. Murray ha così potuto servire per il set, ma ha dovuto soffrire fino in fondo, perché Almagro lo ha trascinato ai vantaggi e gli ha anche annullato una palla-match prima che riuscisse a mettere a segno quella del definivo 7-5.

Djokovic incontrerà in semifinale lo spagnolo Fernando Verdasco, che ha eliminato il croato Ivo Karlovic 6-2, 7-5 in un’ora e 24 minuti. Murray, invece, aspetta il risultato della sfida tra il ceco Tomas Berdych e il francese Jo-Wilfried Tsonga.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail