ATP Doha 2017: la finale è Murray-Djokovic. Verdasco eliminato dopo aver avuto 5 match-point

Incredibile rimonta di Djokovic contro lo spagnolo.

La finale che tutti si aspettavano: Andy Murray contro Novak Djokovic. La stagione 2017 comincia come era finita quella 2016, ossia con l’ennesima finale tra il numero 1 e il numero 2 del mondo. Li avevamo lasciati alle ATP Finals di Londra, con lo scozzese che, battendo il serbo, ha confermato il suo primato nel ranking appena conquistato, li ritroviamo al primo torneo ATP dell’anno a cui hanno preso parte, a Doha, nuovamente in finale, una finale tutta da vedere, perché oggi come oggi è difficile pronosticare il risultato. Entrambi hanno avuto alti e bassi durante il loro percorso: hanno cominciato con un primo turno un po’ in affanno, poi Djokovic ha avuto vita più facile, mentre Murray si è ritrovato a disputare qualche tie-break di troppo.

Oggi, invece, in semifinale, è stato Murray a cavarsela meglio. Infatti a Djokovic è servito il terzo set per imporsi contro lo spagnolo Fernando Verdasco e il match è stato tutto il salita per il serbo. Nel primo set, infatti, dopo aver ottenuto un break nel sesto game, Djokovic ne ha subiti due nei suoi due successivi turni in battuta e così lo spagnolo si è aggiudicato il primo parziale 6-4.

Il secondo set è stato interminabile. Djokovic ha perso il primo turno in battuta, ma ha recuperato il break di svantaggio nel quarto game, poi ci sono state tre palle-break per Verdasco nel lunghissimo nono gioco, ma Nole le ha cancellate tutte e alla fine si è andati al tie-break dove il serbo l’ha spuntata, ma solo sul 9-7, dopo aver annullato cinque match-point a Verdasco! Lo spagnolo, demoralizzato, ha perso due volte il servizio nel terzo set e così Djokovic ha potuto chiudere sul 6-3.

Molto più lineare, invece, la partita di Murray contro il ceco Tomas Berdych. Nel primo set lo scozzese ha strappato il servizio all’avversario nel quarto game e poi ha difeso il break di vantaggio fino alla fine. Ha ottenuto le prime due palle-set sul servizio di Berdych nell’ottavo game, ma sono state entrambe annullate, poi il ceco non ha potuto fare nulla nel turno successivo di Murray al servizio e lo scozzese ha chiuso il game a 15 e il set 6-3.

Nel secondo set c’è stato di nuovo un break per Murray nel terzo game, ma questa volta è arrivato subito il contro-break di Berdych per il 2-2. Lo scozzese ha recuperato il break di vantaggio nel gioco successivo portandosi sul 3-2, poi nessuno ha più ceduto la battuta e Murray ha potuto chiudere sul 6-4 dopo che Berdych gli ha annullato due match-point.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail