Giro d’Italia 2017: il Team Sky con due capitani, Geraint Thomas e Mikel Landa

Landa ancora una volta deve dividere la leadership con qualcun altro…

Sir Dave Brailsford, team principali del Team Sky, ha confermato a Cyclingnews che la sua squadra al Giro d’Italia 2017 avrà, almeno inizialmente, due capitani: Geraint Thomas e Mikel Landa. Il basco è già stato il capitano dei britannici l’anno scorso, ma non ha avuto fortuna e alla decima tappa si è dovuto ritirare per problemi di salute.

Chi ha seguito il Giro 2015 ricorderà le lacrime di Landa che chiuse al terzo posto una corsa che avrebbe potuto vincere. In quell’occasione, infatti, supportò il compagno di squadra Fabio Aru, che concluse al secondo posto dietro al vincitore Alberto Contador, ma l’impressione diede in corsa era che in quel momento era più forte dei due campioni arrivati prima di lui e se avesse avuto il via libera dall’Astana avrebbe potuto vincere il Giro.

Invece l’Astana lo considerò capitano solo per un paio di giorni, quando vinse a Madonna di Campiglio e ad Aprica e Aru finì dietro di lui in classifica, poi il sardo riprese i gradi di capitano vincendo a Cervinia e Landa lo dovette aiutare nella penultima tappa al Sestriere, proprio la frazione in cui Contador andò in crisi e se il basco, che era in fuga, avesse avuto il via libera, avrebbe potuto scavalcarlo in classifica generale, invece fu bloccato e dovette aspettare Aru che andò a vincere.

L’anno scorso Landa è stato capitano del Team Sky, ma i problemi di salute lo hanno limitato e poi costretto ad abbandonare. Quest’anno avrà un’altra chance, ma non il supporto totale della squadra, che giocherà a due punte. Infatti anche Geraint Thomas lotterà per la classifica generale e per lui sarà la prima volta da capitano in un grande giro. In pochissimi anni il pistard gallese, da buon passista, è diventato uno scalatore, tanto da essere uno dei gregari indispensabili per Chris Froome al Tour, prendendo di fatto il posto che prima era stato di Richie Porte, che scalatore lo è sempre stato.

Per Thomas sarà la terza partecipazione al Giro d’Italia dopo quelle del 2008 e del 2012, quando chiuse rispettivamente al 118° e 80° posto. Per Landa, invece, sarà la quarta dopo il 34° posto del 2014, il 3° del 2015 e quello del 2016 durato solo fino alla decima tappa.

Dave Brailsford ha detto a proposito del Giro 2017 e dei suoi corridori:

“L’obiettivo di Mikel Landa è sempre quello di focalizzarsi sul Giro, come è stato l’anno scorso. Pensoo che questa sia una stagione importante per Geraint, molto importante. L’anno scorso ha vinto la Parigi-Nizza e poi non ha corso bene come sperava al Tour. Quest’anno penso che abbia bisogno di grandi obiettivi e vuole concentrarsi su un grande Giro. Per noi ha senso e quando abbiamo visto il percorso del Giro abbiamo sentito che lui sarebbe capace di correrlo molto, molto bene. Le loro caratteristiche sono diverse e il modo in cui Mikel e Geraint approcciano alla prestazione sono diverse. Ba penso che siano complementari in una squadra come la nostra. Penso che abbiano entrambi degli obiettivi per cui lavorare”

E intanto ora nel Team Sky c’è anche un certo Diego Rosa che scalpita…

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO