Pechino 2008, Carter dopato: cancellato l'oro di Bolt nella 4x100

Il Cio ha confermato la positività al doping di Nesta Carter, membro della staffetta 4x100 che vinse l'oro nelle Olimpiadi di Pechino in squadra con Usain Bolt

Il CIO ha cancellato una delle 9 medaglie d'oro vinte da Usain Bolt ai Giochi Olimpici. Il velocista giamaicano a Pechino 2008 vinse la gara dei 100m piani, quella dei 200m e quella della 4x100 come componente della staffetta. Oggi il CIO ha però ufficialmente squalificato Nesta Carter, primo staffettista in quella gara. Da diversi anni il CIO conserva i campioni di sangue e urine dei medagliati e così, a distanza di anni, ha potuto appurare la positività di Carter al metilexaneaminal, una sostanza simile alle anfetamine.

La positività al doping di Carter ha comportato la squalifica dell'intera squadra che vinse quella medaglia d'oro; insieme a Carter sono stati puniti Michael Frater, Asafa Powell e Usain Bolt. In virtù di questa squalifica è così stato ridisegnato il podio: medaglia d'oro a Trinidad & Tobago (Keston Bledman, Marc Burns, Emmanuel Callender e Richard Thompson), medaglia d'argento al Giappone (Naoki Tsukahara, Shingo Suetsugu, Shinji Takahira e Nobuharu Asahara) e medaglia di bronzo al Brasile (Vicente de Lima, Sandro Viana, Bruno de Barros e José Carlos Moreira).

Usain Bolt, dunque, non può più vantare 3 triplette d'oro in altrettante olimpiadi a causa di un compagno di squadra che ha disonorato i suoi connazionali e tutta la federazione giamaicana.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail