ATP Dubai 2017: Murray batte Verdasco in finale in due set

Primo trofeo dell’anno per il numero 1 al mondo.

In appena un’ora e un quarto di gioco Andy Murray ha vinto la finale del Dubai Duty Free Tennis Championships contro lo spagnolo Fernando Verdasco. Per lo scozzese, numero 1 al mondo, è il primo trionfo in carriera in questo torneo che negli ultimi otto anni è stato vinto da Novak Djokovic o da uno svizzero. Si contano infatti quattro successi del serbo (2009, 2010, 2011 e 2013), tre di Roger Federer (2012, 2014 e 2015) e uno di Stan Wawinka (2016).

Murray era arrivato in finale solo un’altra volta prima di quest’anno, nel 2012, e perse in due set contro Federer (7-5, 6-4). Per il campione olimpico quello conquistato oggi è anche il primo torneo vinto nel 2017, visto che ha perso la finale a Doha contro Djokovic e poi è uscito agli ottavi degli Australian Open contro Mischa Zverev.

Per Verdasco, nonostante la sconfitta, il bilancio è positivo, perché per il numero 35 del ranking ATP è sempre un buon traguardo arrivare in finale di un torneo prestigioso, una finale che si va ad aggiungere alla semifinale di Doha.

La finale di oggi è cominciata con un break immediato a favore di Verdasco, che ha sfruttato la seconda di due palle-break, ma Murray ha subito piazzato il contro-break lasciando addirittura lo spagnolo a zero. Terzo game e terzo break consecutivo, che ha permesso a Verdasco di portarsi sul 2-1. Sono seguiti due lunghi game in cui ognuno dei due giocatori ha tenuto la battuta ai vantaggi senza concedere altre palle-break, poi Verdasco ha perso due turni al servizio consecutivi e così Murray è andato a servire per il set sul 5-3 e chiuso senza concedere neanche un punto allo spagnolo.

Molto più semplice per Murray il secondo set. Verdasco ha tenuto il suo primo turno in battuta a 30, ma lo scozzese ha risposto tenendo il proprio a zero, poi nel game successivo ha strappato il servizio allo spagnolo sfruttando la seconda di due palle-break e ha consolidato il vantaggio ottenendo un altro break nel settimo game, ai vantaggi. In questo modo ha potuto andare a servire per il match sul 5-2 e ha chiuso lasciando un’altra volta Verdasco a zero per il 6-3, 6-2 finale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail