Giro d’Italia 2017: ecco come sarà ricordato Michele Scarponi. Il Mortirolo intitolato a lui

La storica salita sarà affrontata nella sedicesima tappa da Rovetta a Bormio.

Gli organizzatori del Giro d’Italia 2017 hanno dato qualche anticipazione su come Michele Scarponi sarà ricordato durante la corsa rosa e avverrà più volte dal primo all’ultimo giorno.

Tanto per cominciare, il giorno della presentazione delle squadre, il 4 maggio, l’Astana, la squadra dell’Aquila di Filottrano, salirà sul palco per prima e, come già annunciato, avrà un uomo in meno, per rappresentare l’insostituibilità di “Scarpa”. Ci sarà un momento dedicato interamente a lui con i suoi compagni, poi si procederà con la presentazione delle altre squadre.

Il giorno del via, il 5 maggio, prima della partenza ci sarà un minuto di silenzio e l’Astana si schiererà in prima fila e resterà davanti al gruppo nel primo tratto del percorso della frazione da Alghero a Olbia.

La giornata clou nel ricordo di Scarponi sarà il 23 maggio, durante la sedicesima tappa da Rovetta a Bormio, che prevede tre gran premi della montagna: ebbene, il primo, il Passo del Mortirolo, sarà dedicato proprio a Scarponi, perché è la salita che nel 2010 lo lanciò verso la sua ultima vittoria di tappa, all’Aprica, davanti a Ivan Basso e Vincenzo Nibali. Chi transiterà per primo su questa salita si aggiudicherà un punteggio doppio rispetto a quello previsto dal regolamento e sarà premiato sul podio finale a Milano durante la cerimonia di chiusura il 28 maggio.

Nella stessa tappa, tra l’altro, c’è la Cima Coppi, ossia il gpm più duro di tutta la corsa, il Passo dello Stelvio. L’anno scorso la Cima Coppi fu il Colle dell’Agnello e a transitare per primo fu proprio Scarponi, nella diciannovesima tappa, quella che lanciò Nibali verso la vittoria.

  • shares
  • Mail