Giro d’Italia 2017: André Greipel vince la seconda tappa Olbia-Tortolì davanti a Ferrari | Video

Il tedesco è la nuova Maglia Rosa e Maglia Ciclamino.

La seconda tappa del Giro d'Italia 2017 da Olbia a Tortolì si è conclusa con una volata come ci si aspettava, nessuno è riuscito ad anticipare il gruppo come è successo ieri e così Lukas Pöstlberger ha dovuto cedere la Maglia Rosa a un velocista, André Greipel della Lotto-Soudal, che è stato il più bravo nello sprint finale, anche grazie alle disavventure dei suoi diretti avversari, perché Fernando Gaviria ha anticipato troppo lo sprint e Caleb Ewan si è ritrovato con il piede staccato dal pedale. Dietro a Greipel si sono piazzati Roberto Ferrari dell'UAE Team Emirates e Jasper Stuyven della Trek-Segafredo, squadra che nel finale ha dovuto rinunciare al suo velocista Giacomo Nizzolo, che è rimasto attardato in salita.

Questi i primi dieci al traguardo:
Classifica seconda tappa Giro d'Italia 2017

Il racconto della seconda tappa


  • 17:52

    È ufficiale: André Greipel vince davanti a Roberto Ferrari e Jasper Stuyven. Il tedesco è la nuova Maglia Rosa.

  • 17:49

    Non sono state ancora ufficializzate le altre posizioni, ma secondo dovrebbe essere Roberto Ferrari, terzo Jasper Stuyven.

  • 17:49

    Gaviria si è visto passare Greipel in rimonta alla sua sinistra, mentre Ewan ha perso il pedale durante la volata.

  • 17:48

    Vince André Greipel!

  • 17:48

    Parte la volata!

  • 17:47

    Orica-Scott, Lotto-Soudal, Quick-Step Floors, UAE Emirates lottano nelle prime posizioni, intanto Pöstlberger ha accennato a una mossa come quella di ieri, ma ovviamente non gli è riuscita.

  • 17:46

    Intanto il Team Katusha-Alpecin sta per agganciare la coda del gruppo, gli uomini di Zakarin hanno fatto davvero una cronosquadre.

  • 17:46

    È lotta tra i treni dei velocisti, c'è anche quello dell'UAE Team Emirates di Sacha Modolo.

  • 17:43

    Ora anche la Quick-Step Floors di Fernando Gaviria si fa vedere in testa.

  • 17:43

    Siamo a 4,5 km dal traguardo.

  • 17:41

    Zakarin ha due compagni al suo fianco, devono fare una specie di cronosquadre per limitare i danni e avvicinarsi quanto più possibile al gruppo.

  • 17:38

    Intanto c'è un problema meccanico per Ilnur Zakarin del Team Katusha-Alpecin, che rischia di perdere molto terreno perché le ammiraglie sono bloccate. Intanto il suo compagno Belkov è stato fermato perché dovrà aiutare Zakarin a rientrare, anche se sembra davvero difficile che possa riuscirci.

  • 17:38

    Adesso la Bahrain-Merida si fa da parte e lascia la testa del gruppo all'Orica-Scott, interessata alla volata per il suo velocista Caleb Ewan.

  • 17:35

    È Valerio Agnoli che sta tirando tutto il gruppo in discesa pennellando le curve alla perfezione.

  • 17:29

    Siamo a 18 km dal termine e Giacomo Nizzolo è rimasto indietro di circa un minuto rispetto al gruppo guidato dalla Bahrain-Merida.

  • 17:22

    In discesa è sempre la Bahrain-Merida a guidare il gruppo che è molto allungato.

  • 17:11

    Intanto la Bora-Hansgrohe rischia di restare senza velocisti per l'eventuale volata finale, perché dopo Sam Bennett, anche Matteo Pelucchi appare in difficoltà.

  • 17:10

    Anche Haas e Martinelli, il cui vantaggio non è andato oltre i 18", sono stati ripresi dal gruppo guidato dalla Bahrain-Merida e ora il gruppo è compatto quando mancano 35 km.

  • 17:02

    Annullata la fuga in discesa, provano ad allungare Nathan Haas (Dimension Data) e Davide Martinelli (Quick-Step Floors).

  • 16:59

    Giacomo Nizzolo è rimasto attardato in salita e il suo Compagno Eugenio Alafaci lo sta aiutando a tornare nei ranghi.

  • 16:57

    Daniel Teklehaimanot si aggiudica anche il gpm di Genna Silana e si assicura la possibilità di indossare la Maglia Azzurra, strappandola a Cesare Benedetti che oggi è dovuto rimanere in gruppo per aiutare Lukas Pöstlberger a difendere la Maglia Rosa.

  • 16:41

    Ossian viene ripreso dal gruppo in questo momento. I suoi ex compagni di fuga hanno ancora un minuto di margine quando mancano 54 km al termine.

  • 16:36

    Manuele Boaro ha ancora problemi meccanici, sta aspettando la sua ammiraglia. Intanto Sam Bennett della Bora-Hansgrohe in salita si è staccato, non riesce a tenere il ritmo degli altri.

  • 16:32

    Owsian sta perdendo contatto con gli altri battistrada, il polacco sembra molto stanco in salita.

  • 16:27

    Emanuele Boaro della Bahrain Merida ha dovuto cambiare bici per una foratura.

  • 16:12

    Lungo l'ascesa c'è anche il traguardo volante di Dorgali, se lo è aggiudicato Daniel Teklehaimanot.

  • 16:08

    Solo 1' 30" di distacco quando i battistrada si stanno avviando verso l'inizio della salita del Passo di Genna Silana, a-70 km.

  • 16:03

    Ricordiamo i nomi dei fuggitivi:

      Simone Andreetta (Bardiani-CSF)
      Evgeny Shalunov (Gazprom-RusVelo)
      Daniel Teklehaimanot (Dimension Data)
      Lukasz Owsian (CCC Sprandi Polkowice)
      Ilia Koshevoy (Wilier-Selle Italia)

  • 16:01

    Ai -73 km il distacco è sceso sotto i due minuti.

  • 15:49

    -81 km e il gap è sceso a 2' 50".

  • 15:32

    André Greipel della Lotto-Soudal ha perso terreno, ma, aiutato da un compagno, sta tornando nel gruppo che è guidato ancora dalla Bora-Hansgrohe.

  • 15:27

    Il gruppo oggi è veramente molto lento, la media è intorno ai 34 km/h e non era neanche contemplata nella cronotabella degli organizzatori, che come media minima prevedevano 39 km/h...

  • 15:23

    Siamo a 100 km dal traguardo e il distacco è di 3' 20".

  • 15:10

    È Andreetta a vincere il gpm di Nuoro davanti a Teklehaimanot e Shalunov.

  • 14:55

    Comincia la salita del gpm di terza categoria verso il centro di Nuoro, è lungo 10 km.

  • 14:50

    Siamo a 115 km dal termine e il distacco tra i cinque fuggitivi e il gruppo è di 3' 20".

  • 14:37

    C’è stata una caduta in gruppo in cui è stato coinvolto anche Paolo Tiralongo dell’Astana. Proprio la sua squadra in questo momento ha preso il comando del plotone.

  • 14:19

    Ai -137 km risale leggermente il vantaggio dei battistrada che ora è di 4’ 19”.

  • 14:05

    Ricordiamo i nomi dei fuggitivi:

      Simone Andreetta (Bardiani-CSF)
      Evgeny Shalunov (Gazprom-RusVelo)
      Daniel Teklehaimanot (Dimension Data)
      Lukasz Owsian (CCC Sprandi Polkowice)
      Ilia Koshevoy (Wilier-Selle Italia)

  • 14:01

    Ora il gap sta ampiamente diminuendo ed è sceso sotto i quattro minuti.

  • 13:47

    Dopo lo sprint intermedio il gruppo ha accelerato.

  • 13:32

    Teklehaimanot si è aggiudicato il primo traguardo volante di giornata.

  • 13:16

    Il distacco continua a salire, ora è di 6' 40", mentre la Bora-Hansgrohe prende sul serio il suo ruolo di squadra della Maglia Rosa e guida il gruppo.

  • 12:45

    Il gap è salito a 6' 25".

  • 12:35

    Il distacco si è stabilizzato intorno ai cinque minuti.

  • 12:09

    I due gruppetti di testa si sono ricongiunti e dunque ora abbiamo cinque uomini al comando con oltre cinque minuti di vantaggio sul gruppo che ha rallentato parecchio, visto che la composizione della fuga gli va bene.

  • 11:55

    All’inseguimento dei due battistrada ci sono Evgeny Shalunov della Gazprom-RusVelo, Daniel Teklehaimanot della Dimension Data (che è stato in fuga anche ieri) e Simone Andreetta della Bardiani-CSF.

  • 11:47

    Attaccano subito Lukasz Owsian della CCC Sprandi Polkowice e Ilia Koshevoy della Wilier - Selle Italia.

  • 11:45

    Il via della seconda tappa del Giro d'Italia 2017 è stato dato in questo momento.

Giro d'Italia 2017: la seconda tappa


La tappa di oggi, come quella di ieri, è di bassa difficoltà, anche se il finale è molto particolare e dunque non sono escluse sorprese. Il Giro d’Italia 2017 è cominciato con una prima tappa dalla conclusione inaspettata, con un vincitore per caso, Lukas Pöstlberger della Bora-Hansgrohe, squadra che si è accaparrata tutte le maglie, visto che il trionfatore della prima giornata è anche Under 25 (e dunque Rosa, Bianca e Ciclamino sono sue) mentre il suo compagno Cesare Benedetti si è accaparrato la Maglia Azzurra come miglior scalatore.

La frazione odierna parte da Olbia alle 11:40 e arriva a Tortolì dopo 221 km. Anche oggi ci sono tanti sali e scendi e tre salite più impegnative di quelle di ieri. La prima, da Bitti a Orune, al km 91,6, non è catalogata come gpm, la seconda, invece, al km 113,9, verso il centro di Nuoro, è un gpm di terza categoria, infine l’ultima salita, il Passo di Genna Silana, è un gpm di seconda categoria e dunque abbastanza arduo, al km 174,1, seguito da una lunga discesa di oltre 20 km, molto veloce, su strada larga e fondo in ottime condizioni, dove, dunque, un bravo discesista può anche fare la differenza.

Per quanto riguarda i traguardi volanti, il primo si trova a Buddusò, al km 53,2, il secondo a Dorgali, al km 154,5. Come abbiamo detto il finale è molto particolare: gli ultimi 10 km sono pianeggianti, ma ai -2 km la carreggiata si restringe e attraversa le rotaie del treno, poi si svolta a destra e c’è il rettilineo conclusivo lungo 1,8 km su strada asfaltata larga 7,5 metri.

Tappa Olbia-Tortolì: altimetria e planimetria


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail