Gianmarco Tamberi promette: “Ci vediamo a fine giugno”

Gimbo vuole tornare agli Assoluti o in Diamond League.

Gianmarco Tamberi è pronto a rientrare dopo due operazioni e quasi un anno di assenza. Il saltatore in alto vuole esserci ai Mondiali di Londra e per presentarsi al meglio delle sue attuali possibilità proverà a prendere parte almeno agli Assoluti o a una tappa di Diamond League. Alla Gazzetta dello Sport il marchigiano ha raccontato:

“Finalmente sono tornato a essere un saltatore in alto a tutti gli effetti, come prima dell'infortunio. Ho ripreso a fare sedute di tecnica complete, essenziali per ripresentarmi a certi livelli. Faccio lavori di pliometria, velocità, elasticità. È come se fossi nel pieno della preparazione invernale. Ma dopo due operazioni come quelle che ho subito e uno stop così lungo, non era scontato”

Per poter gareggiare, però serve ancora calma e pazienza, come gli ripete sempre suo padre, che è anche il suo allenatore. A Gimbo serve saltare 2.30, il minimo richiesto per partecipare ai Mondiali. È una misura che prima dell’infortunio saltava a occhi chiusi, ma purtroppo i risultati dell’anno scorso non valgono, saranno considerati solo quelli dal 1° ottobre 2016 al 23 luglio 2017, quindi quest’ultima è la data limite per lui, per cercare la misura che lo poterà a Londra. Ci proverà tra la fine di giugno e l’inizio di luglio ai campionati italiani assoluti di Trieste o alla tappa di Diamond League di Parigi.

Sui Mondiali Tamberi ha detto:

“Adesso ci spero, sono fiducioso. Ma devo anticipare tutto di ulteriori venti giorni. Esagero? Ogni ora diventa decisiva. Non sarà facile”

I suoi programmi immediati prevedono allenamenti a Formia, dove incontrerà anche uno dei suoi rivali, Bohdan Bondarenko. Ma rispetto ai concorrenti Gimbo ora non si sente competitivo, perciò preferisce cambiare argomento:

“Io, per ora, sono fuori. Mi dedico ai playoff Nba e agli Houston Rockets del grande James Harden, che spero possano arrivare in finale di Conference. Poi la sfida per il titolo Golden State-Cleveland sarà esaltante. Intanto venerdì, a un evento milanese, ho conosciuto Marco Belinelli. C'era anche Carl Lewis, ma lo confesso: incontrare Marco mi ha emozionato molto di più…”

Il basket, infatti, è la sua grande passione, ma negli ultimi giorni ha avuto modo di dare una sbirciatina anche alla finale Scudetto di pallavolo maschile, vinta dai suoi conterranei della Cucine Lube Civitanova:

“Sono contento per questo scudetto. Per i miei natali e perché il club è espressione delle Marche, la mia regione”

Intanto ad allenarsi con lui c’è anche l’altra grande speranza del salto in alto italiano, ma al femminile, è Alessia Trost e su di lei dice:

“Sabato 27 maggio esordirà al meeting di Diamond League di Eugene e l'8 giugno sarà al Golden Gala romano. Torneremo grandi insieme”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail