Internazionali d’Italia 2017, Fabio Fognini: “Volevo giocare di sera, ma fanno sempre il contrario…”

“Ora però parto subito, prendo il primo volo e vado da Flavia”.

Fabio Fognini si è arrabbiato moltissimo durante e dopo il match degli ottavi di finale degli Internazionali BNL d’Italia 2017 perso con un doppio 6-3 contro il 20enne tedesco Alexander Zverev, da tutti ormai considerato come un futuro numero 1.

L’azzurro non ha apprezzato né la decisione degli organizzatori di farlo giocare a mezzogiorno, né una decisione in particolare dell’arbitro, lo svedese Lahyani. Fognini ha detto:

“Vogliamo dirla tutta? Avrei preferito giocare di sera, ma tanto qui a Roma quando chiedi una cosa fanno sempre il contrario. La verità è che le condizioni hanno favorito Zverev, a quest'ora il campo è più veloce…”

C’è da dire che probabilmente gli organizzatori lo hanno fatto giocare presto per permettergli di andare a Barcellona e poi tornare in tempo per l’eventuale quarto di finale. Sì perché a Barcellona c’è sua moglie Flavia Pennetta che sta per partorire il loro primogenito.

Fognini ha anche parlato della decisione che ha contestato all’arbitro, nonostante l’occhio di falco abbia dato ragione al direttore di gara:

“Ha fatto una cazzata, ha chiamato buona una palla di Zverev che era fuori. Peccato. Peccato pure perché sul 5-3 per lui ero 40-15. Mi sarebbe piaciuto andare 4-5, avrei giocato col vento a favore... chissà. Anche perché lui, dopo non avermi lasciato niente nel primo set, nel secondo qualcosa mi stava concedendo. C'è amarezza, certo. Ma sono felice perché sto giocando bene e in fondo ho perso contro un avversario che ha tutto per diventare presto il n°1 al mondo. Ora però parto subito, prendo il primo volo e vado da Flavia”

Come ha detto più volte, Fabio ora a vincere il suo trofeo più grande…

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail