Dugarry: "Totti? Non è una leggenda. Ha vinto un solo Scudetto"

Una voce fuori dal coro arriva dalla Francia. È quella di Christophe Dugarry che oggi è intervenuto nel corso della trasmissione radiofonica Team Duga su RMC. L'ex meteora del calcio italiano e spagnolo, protagonista di due esperienze assolutamente insignificanti con le maglie di Milan e Barcellona, ha parlato dell'addio alla Roma di Francesco Totti facendo un'analisi critica della carriera del numero 10 giallorosso: "Non posso mettere Totti tra le leggende. Se fosse stato un giocatore così forte, la Roma non avrebbe vinto un solo titolo. Una leggenda fa vincere molto di più".

Secondo Dugarry, la fedeltà alla maglia è l'unica cosa che si può veramente apprezzare nella carriera Totti, anche se secondo lui potrebbe non essere stata veramente una scelta: "Per me è un grande giocatore di club. È una storia romantica. Quando ha cominciato a giocare, era un ragazzino, lo chiamavano il Pupone. Diventi grande e tutta la tua vita è scandita da lui, se sei un sostenitore della Roma. Per un tifoso è straordinario, per la storia del club pure. Ma anche se ha segnato tantissimi gol, non posso metterlo tra i grandissimi giocatori. Pure se è stato campione del mondo nel 2006, non ha mai giocato tanto. Come per molti giocatori o tecnici, si dice che devono andarsene per vedere cosa realizzano. Perché lui non è mai partito? Perché non voleva lasciare Roma o perché non ha mai ricevuto una proposta interessante?"

  • shares
  • Mail