Calciomercato Inter: "Jovetic non resterà al Siviglia"

Stevan Jovetic non resterà al Siviglia. Adesso è ufficiale e a confermarlo è Fali Ramadani, procuratore del montenegrino: "In un certo senso capisco l'Inter. Hanno messo un'opzione e ora dovrebbero dire ai loro tifosi che abbasseranno le pretese per un giocatore che ha molto mercato. Non ha logica. Ho parlato oggi con Sabatini ed è stato chiaro". Per accettare il Siviglia l'attaccante aveva già fatto il suo 'sforzo' economico decurtandosi lo stipendio del 15%. Adesso però, tornando all'Inter, Jovetic vuole che i nerazzurri rispettino il contratto che lui aveva firmato con loro: "Quando arrivò a Siviglia, decise di decurtarsi il quindici per cento del suo stipendio per far andare in porto l'operazione. E ora, se torna all'Inter, rivuole indietro quel 15 per cento. Dico questo perché voglio che la gente sappia".

Il problema stipendio, in ogni caso, non dovrebbe proprio porsi perché Jovetic non è destinato a restare all'Inter. Il suo procuratore ha assicurato che il suo assistito ha grande mercato e troverà certamente una nuova sistemazione per il proprio futuro: "Jovetic ha molte offerte da squadre inglesi, tedesche, francesi e spagnole ma ho voluto aspettare per vedere come si sarebbero concluse le trattative con il Siviglia. E' un peccato che per ragioni economiche non possa restare".

Calciomercato Inter: "Difficile che Jovetic resti al Siviglia"

18 luglio 2017

Il futuro di Stevan Jovetic è tutt'altro che scritto. Dopo essere stato ignorato sia da de Boer che da Pioli, l'attaccante montenegrino nel gennaio scorso è passato in prestito agli spagnoli del Siviglia. In forza agli andalusi è tornato a giocare con continuità, disputando una buona seconda parte di stagione. Sembrava dunque scontato il suo riscatto da parte del club, ma con l'addio di Monchi i piani del Siviglia sembrano essere cambiati. Jovetic non è più una priorità o almeno non lo è al prezzo fissato dall'Inter.

Il Siviglia, infatti, non ha esercitato il riscatto fissato in 13 milioni di euro ed ha chiesto all'Inter uno sconto sul costo del cartellino. Oscar Arias, nuovo direttore sportivo del Siviglia, ha spiegato oggi che per il suo club l'operazione di Jovetic è diventata troppo costosa: "Jovetic qui si è sempre comportato in maniera eccezionale, dentro e fuori dal campo. Ma noi non siamo il Manchester City, il Chelsea, il Real Madrid o il Barcellona, per cui vedo molto difficile la sua permanenza qui. C'è l'alta richiesta da parte dell'Inter, l'alta richiesta di ingaggio. Entrambi non possiamo sostenerli: o paghiamo meno il cartellino e accontentiamo sull'ingaggio oppure l'inverso. Lo sforzo noi potremmo farlo, ma sempre restando nei nostri parametri finanziari. Ribadisco: non so come finirà. Dico solo che è molto difficile".

A questo punto il futuro di Jovetic è a tutti gli effetti nelle mani dell'Inter che potrebbe essere costretta a concedere uno sconto al Siviglia, club con il quale il montenegrino continuerebbe volentieri. Sull'argomento, a questo punto, potrebbe venire interpellato anche Spalletti, che potrebbe decidere di concedere una nuova chance all'ex attaccante della Fiorentina.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO