Tour de France 2017, tappa 15: vittoria di Mollema, Ulissi secondo | Video

Chris Froome resta in Maglia Gialla.

È Bauke Mollema della Trek-Segafredo il vincitore della quindicesima tappa del Tour de France 2017 da Laissac-Severac L’Eglise a Le Puy en Velay grazie a un’azione in solitaria partita a 27 km dal termine, dopo aver fatto parte per tutto il giorno del frutto gruppo di attaccanti, a tratti diventati contrattaccanti quando ci sono stati degli allunghi da parte di Tony Martin della Katusha Alpecin e poi, sui gpm, di Warren Barguil del Team Sunweb che ha consolidato il suo primato nella classifica della Maglia a Pois. Dietro all’olandese si è piazzato Diego Ulissi dell’UAE Team Emirates, che ha vinto lo sprint a ranghi ridotti dei primi contrattaccanti.

Per quanto riguarda la classifica generale, Chris Froome conserva la Maglia Gialla, ma oggi se l’è vista brutta a causa di una foratura per la quale ha dovuto recuperare alcuni chilometri aiutato dai suoi compagni di squadra. Fabio Aru dell’Astana è riuscito a restare sempre nel gruppo dei migliori dal quale l’unico che ha recuperato qualche secondo è Daniel Martin della Quick-Step Floors. Anche Damiano Caruso della BMC, che ha fatto parte della fuga di giornata, ha guadagnato molte posizioni (era quattordicesimo) e ora è decimo a 6' 05" dalla testa.

Questi i primi oggi al traguardo:
Classifica tappa 15 del Tour de France 2017

E queste le prime posizioni della classifica generale dopo 15 tappe:
Classifica generale Tour de France 2017 dopo 15 tappe

Domani secondo e ultimo giorno di riposo prima della terza decisiva settimana.

Il racconto della vittoria di Mollema


  • 17:49

    Secondo è Diego Ulissi dell'UAE Team Emirates.

  • 17:49

    BAUKE MOLLEMA VINCE LA TAPPA 15 DEL TOUR DE FRANCE 2017! Prima vittoria per la Trek-Segafredo in questa edizione della Grande Boucle.

  • 17:49

    Ultimo chilometro e ben 19" di vantaggio sui contrattaccanti per Bauke Mollema che si invola verso la vittoria di tappa!

  • 17:46

    -3 km per Mollema, ha una decina di secondi sui contrattaccanti.

  • 17:44

    Siamo a 4,5 km dal termine della tappa.

  • 17:44

    Solo 11" il vantaggio di Mollema sui quattro contrattaccanti.

  • 17:42

    Il Team Sky, ossia Froome e Landa, non stanno rispondendo direttamente a Martin, ma lo spagnolo, che sta guidando il gruppetto dei migliori, potrebbe comunque raggiungerlo procedendo con il proprio ritmo.

  • 17:42

    Ora scatta Daniel Martin dal gruppo degli uomini di classifica.

  • 17:38

    Quando siamo a 9,5 km dal traguardo Mollema ha una ventina di secondi di vantaggio sui quattro contrattaccanti. Intanto nel gruppo uomini di classifica attacca Simon Yates.

  • 17:35

    Ora è arrivato anche Tony Gallopin sul gruppetto di contrattaccanti.

  • 17:34

    Su Roglic e Barguil è arrivato ora Diego Ulissi. Mancano 11,9 km al traguardo.

  • 17:34

    Il gruppo Maglia Gialla è a 6' 52" dalla testa della corsa.

  • 17:33

    Mollema ha 18" di vantaggio sui primi contrattaccanti che sono Barguil e Roglic.

  • 17:33

    Per Mollema mancano 100 metri allo scollinamento sulla Côte de Saint-Vidal, di quarta categoria.

  • 17:25

    29" di ritardo per i contrattaccanti, 6'34" per il gruppo Maglia Gialla, oltre 8' per il gruppo Quintana. Mancano 18 km al traguardo.

  • 17:22

    Nel gruppo della Maglia Gialla ora ci sono solo 13 uomini, mentre il gruppetto di contrattaccanti è di 12 uomini. perché negli ultimi chilometri alcuni corridori sono riusciti a rientrare. Per Mollema mancano ancora 20 km al traguardo.

  • 17:15

    Sono otto in tutto i contrattaccanti con una decina di secondi di ritardo. Il gruppo Maglia Gialla è a 6' 22" dalla testa della corsa.

  • 17:15

    Nel gruppo che insegue Mollema ci sono anche Diego Ulissi e Damiano Caruso.

  • 17:13

    Dal gruppetto di testa tenta un allungo Bauke Mollema.

  • 17:11

    Barguil sta aspettando gli altri contrattaccanti.

  • 17:10

    A 31,8 km dal termine attacca Bardet, alla sua ruota vanno Uran e Contador.

  • 17:10

    All'inseguimento di Barguil ci sono Pauwels e Gallopin. Intanto il francese collina con 6' 40" sul gruppo Maglia Gialla.

  • 17:08

    Landa ha scortato Froome fino alla coda del gruppo principale, poi è tornato nelle prime posizioni, ha un altro passo in salita rispetto al suo capitano.

  • 17:05

    E infatti Landa è stato fermato, deve aiutare Froome.

  • 17:05

    Intanto l'AG2R continua il suo forcing.

  • 17:05

    Siamo a 34,2 km dal termine, anche Nieve ha finito il suo lavoro per Froome che adesso deve procedere da solo. Davanti c'è Landa, vediamo se l'ammiraglia lo fa fermare.

  • 17:03

    Quintana si stacca anche dal gruppetto di Froome. Intanto la Maglia a Pois Warren Barguil raggiunge e supera Tony Martin.

  • 17:02

    Intanto sul tratto più duro della salita il gruppetto dei contrattaccanti si sta dividendo in altri gruppetti.

  • 17:02

    Quintana ha perso contatto dal gruppo di Aru e ora è con quello di Froome.

  • 16:57

    Froome ha ricevuto la ruota da Kwiatkowski al momento della foratura, questo significa che il polacco ora indietro, ma ad aiutarlo ci sono Kiryienka, Nieve ed Henao.

  • 16:56

    Siamo ora a 36,5 km dal termine, Tony Martin ha un vantaggio di 1’ 03” su un gruppo di 25 contrattaccanti, 1’ 35” su altri due ex battistrada (Thomas De Gendt e Michael Matthews), 8’ 24” sul plotone e 9’ 08” su Chris Froome.

  • 16:51

    Froome ha ricevuto la ruota di ricambio da un compagno di squadra, l'AG2R va a tutta.

  • 16:51

    Intanto Chris Froome si ferma per un problema meccanico. Speriamo non pretenda che l'attacco dell'AG2R si fermi per fair play.

  • 16:50

    Ci riprova l'AG2R e il gruppo si spezza di nuovo.

  • 16:48

    L'AG2R La Mondiale ha tentato un attacco in testa al gruppo per sospendere Froome, ci è inizialmente riuscita, ma gli uomini del Team Sky hanno immediatamente recuperato.

  • 16:45

    Per Tony Martin comincia la salita sul Col de Peyra Taillade.

  • 16:39

    Oltre un minuto e mezzo di vantaggio sui contrattaccanti e 9' 22" sul gruppo Maglia Gialla: è il vantaggio di Tony Martin quando mancano 44 km al traguardo.

  • 16:35

    Il gap è ora di quasi nove minuti per il gruppo Maglia Gialla. Come ipotizzavamo nella presentazione della tappa, oggi ci sarà sicuramente una doppia battaglia nel finale tra uomini di classifica da una parte e fuggitivi dall'altra.

  • 16:27

    Sale a 1' 10" il vantaggio di Tony Martin sugli altri attaccanti e a ben 8' 02" sul gruppo Maglia Gialla.

  • 16:21

    Siamo a 60 km dal termine e Tony Martin ha un vantaggio di 47" sui suoi ex compagni di fuga e 7' 18" sul gruppo Maglia Gialla.

  • 16:15

    Ai - 66 km Tony Martin prova ad allungare da solo sfruttando le sue doti da cronoman, ma ci sarà un gpm di prima categoria da affrontare tra qualche chilometro.

  • 15:58

    I battistrada ora sono su un tratto in discesa e il loro vantaggio è salito a 7' 13" a 78,8 km dal traguardo.

  • 15:55

    Siamo ora a 80,8 km dal termine e il gap tra il gruppo di testa di 28 battistrada e il gruppo della Maglia Gialla controllato dal Team Sky è di 6' 58"

  • 15:32

    Questa è la classifica dello sprint intermedio:

      1. Michael Matthews, 20 pts
      2. Thomas De Gendt, 17 pts
      3. Jan Bakelants, 15 pts
      4. Simon Geschke, 13 pts
      5. Tony Gallopin, 11 pts
      6. Alessandro De Marchi, 10 pts
      7. Lilian Calmejane, 9 pts
      8. Tiejs Benoot, 8 pts
      9. Maurits Lammertink, 7 pts
      10. Tony Martin, 6 pts
      11. Nicolas Roche, 5 pts
      12. Romain Sicard, 4 pts
      13. Bauke Mollema, 3 pts
      14. Diego Ulissi, 2 pts
      15. Serge Pauwels, 1 pt

  • 15:31

    Finora è successo questo: al primo gpm, di prima categoria, Montée de Naves d’Aubrac, ha transitato per prima la Maglia a Pois Warren Barguil, che è stato il migliore anche al secondo gpm, la Côte de Vieurals, di terza categoria. Allo sprint intermedio di Saint-Alban-sur-Limagnole (km 96) è stato Michael Matthews a passare per primo.

  • 15:30

    Benvenuti alla diretta della fase decisiva della quindicesima tappa del Tour de France 2017 da Laissac-Severac L’Eglise a Le Puy en Velay. In fuga ci sono ben 28 uomini: Jan Bakelants (AG2R La Mondiale), Bauke Mollema (Trek-Segafredo), Damiano Caruso, Alessandro De Marchi, Amaël Moinard e Nicolas Roche (BMC), Kristjian Durasek e Diego Ulissi (UAE), Thibaut Pinot (FDJ), Serge Pauwels (Dimension Data), Tony Martin, Robert Kiserlovski, Maurits Lammertink (Katusha), Tiejs Benoot, Thomas De Gendt e Tony Gallopin (Lotto-Soudal), Michael Matthews, Warren Barguil e Simon Geschke (Sunweb), Luis Angel Maté e Dani Navarro (Cofidis), Primoz Roglic (LottoNL-Jumbo), Lilian Calmejane e Romain Sicard (Direct Energie), Dylan Van Baarle (Cannondale-Drapac), Tsgabu Grmay (Bahrain-Merida), Romain Hardy e Pierre-Luc Périchon (Fortuneo-Oscaro). Il loro vantaggio è di 6’ 20” quando mancano 91 km al termine.

La presentazione della quindicesima tappa


La tappa di oggi del Tour de France 2017 è di difficile interpretazione: si va da Laissac-Sévérac l’Église a Le Puy-en-Velay lungo un percorso di 189,5 km completamente frastagliato.

Solo i primissimi chilometri sono in pianura, poi, dopo una breve discesa, si salve verso il primo gran premio della montagna di giornata, che è di prima categoria: si tratta del Montée de Naves d'Aubrac, lungo 8,9 km a una pendenza media del 6,4% per raggiungere un’altitudine di 1058 metri. Non c’è una discesa vera e propria da questo gpm, ma dei sali scendi fino a tornare a salire sul gpm della Côte de Vieurals, di terza categoria, salita di 3,3 km al 5,9% per raggiungere un’altitudine di 1358 metri.

In seguito la strada sarà sempre in leggera discesa fino al km 96, dove c’è lo sprint intermedio di Saint-Alban-Sur-Limagnole, dopo il aule si torna a salire verso L’Hospitalet du Sauvage, che non è un gpm, ma porterà i corridori da un’altitudine di 932 metri a 1312 metri. In seguito, dopo un tratto frastagliato ma non in salita, si scende a picco a 546 m di altitudine, poi da Prades si torna a salire sul terzo gpm di giornata che è di prima categoria, il Col de Peyra Taillade, lungo 8,3 km con una pendenza media del 7,4%, fino a raggiungere un’altitudine di 1190 metri. Dopo la discesa c’è l’ultimo gpm del giorno, al km 176,5, la Côte de Saint-Vidal, lunga solo 1,9 km a una pendenza media del 6,8%, di quarta categoria. La parte finale è molto frastagliata, poi l’ultimo chilometro e mezzo è pianeggiante.

Insomma è una tappa di difficilissima interpretazione, durante la quale sarà possibile mettere in atto diverse strategie. Probabilmente ci sarà bagarre all’inizio perché oggi la composizione della fuga è molto importante, se non addirittura fondamentale. È anche molto probabile che alla fine ci sia una doppia gara tra chi combatterà per la vittoria di tappa da una parte e gli uomini di classifica dall’altra.

La tappa si potrà vedere in diretta tv su Eurosport dalle 13, su RaiSport dalle 13:45 e su Raitre dalle ore 15. In streaming si potrà seguire sul sito web ufficiale di RaiSport e attraverso Eurosport Player.

Altimetria e planimetria della tappa 15


Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO