World Grand Prix Volley 2017: l’Italia pensa già alla Final Six. Con la Thailandia ko 3-0

Mazzanti dà spazio alle riserve, azzurre mai in partita.

È una sconfitta indolore, ma è pur sempre una sconfitta. la nazionale italiana di pallavolo femminile oggi ha perso nettamente contro la Thailandia l’ultimo match della fase a gironi del World Grand Prix 2017. Le azzurre hanno ottenuto ieri la matematica certezza di essersi qualificate alla Final Six che si disputerà dal 2 al 6 agosto a Nanchino, in Cina, ma oggi avevano ancora un impegno e non lo hanno onorato al meglio.

Il ct Davide Mazzanti ha operato numerosi cambi e soprattutto ha rinunciato a quella che è stata la principale artefice delle sei vittorie di fila ottenute negli ultimi tre weekend, Paola Egonu. Al suo posto oggi è stata schierata Indre Sorokaite, in diagonale con la palleggiatrice che è rimasta Ofelia Malinov, cambi anche al centro con Sara Bonifacio al posto della capitana Cristina Chirichella, mentre è stata confermata Raphaela Folie. In banda Anastasia Guerra ha preso il posto di Miryam Sylla al fianco di Caterina Bosetti. Monica De Gennaro, invece, è rimasta in campo nel suo ruolo di libero.

Insomma, già dalla formazione schierata era evidente che l’Italia stesse già pensando alla Final Six, ma l’inizio è stato particolarmente negativo per le azzurre che si sono trovate subito sotto 11-0, andando in grande difficoltà in ricezione. La Thailandia ha chiuso facilmente il parziale sul 25-13.

Nel set successivo le padrone di casa hanno provato a ripetersi, ma questa volta l’Italia si è fatta trovare un po’ più pronta, è entrata in campo Chirichella e fino al 22-21 il parziale è stato equilibrato, ma nel finale le thailandesi hanno chiuso 25-21. Infine nel terzo set, nonostante una pausa dovuta allo spegnimento di alcune luci nel palazzetto, la Thailandia ha mantenuto la concentrazione e ha chiuso sul 25-20.

Questo dunque il risultato finale: Thailandia-Italia 3-0 (25-13, 25-21, 25-20)

Ora l’Italia resterà in Thailandia per qualche giorno, andrà a Rayong a riposarsi e allenarsi, poi partirà per la Cina sabato 29 luglio.

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail