Mondiali di Atletica Londra 2017: Bolt battuto da Gatlin e Coleman | Video

Tutte le medaglie del 5 agosto.

La seconda giornata di gare dei Mondiali di atletica leggera 2017 a Londra è stata soprattutto la giornata della finale dei 100 m maschili che non è andata come tutti si aspettavano: Usain Bolt, infatti, non è riuscito a vincere quella che (salvo ripensamenti) dovrebbe essere la sua ultima gara individuale.

Il campione del mondo è invece l’americano Justin Gatlin, odiosissimo dal pubblico per i suoi precedenti con il doping. Bolt ha chiuso al terzo posto, perché battuto anche dall’altro americano Christian Coleman. Bolt e Coleman erano affianco, nelle corsie 4 e 5, e si sono controllati a vicenda, mentre Gatlin, tutto solo in corsia 8, li ha beffati. È stato lo stesso Bolt ad andare ad abbracciare Gatlin che veniva fischiato dal pubblico. Perfino i media dopo la fine della gara hanno continuato a cercare con telecamere e microfoni Usain Bolt, ignorando il campione del mondo Gatlin.

Sarà interessante vedere se questa sconfitta farà cambiare idea a Usain Bolt, che in fondo compirà 31 anni tra qualche giorno, ma come sprinter è ancora giovane, basti pensare che Justin Gatlin ne ha 35.

Ecco come il più atteso degli azzurri, Gianmarco Tamberi, ha commentato la sconfitta di Bolt:




Vediamo le altre tre medaglie assegnate oggi. La finale dei 10mila metri donne ha visto la doppietta etiope di Almaz Ayana (oro) e Tirunesh Dibaba (argento) davanti alla keniana Agnes Jebet Tirop (bronzo). Nel lancio del disco maschile ha trionfato il lituano Andrius Gudžius davanti allo svedese Daniel Ståhl e all’americano Mason Finley, mentre nel salto in lungo maschile è arrivato il successo del sudafricano Luvo Manyonga davanti all’americano Jarrion Lawson e all’altra sudafricano Ruswahl Samaai.

Per quanto riguarda gli azzurri, oggi ne è sceso in pista soltanto uno, Davide Re, nelle batterie dei 400 m piani: il 24enne ligure ha conquistato l’accesso alle semifinali di domani con un tempo di 45” 71 che gli è valso il settimo tempo in totale, ma il secondo posto in batteria, alle spalle del solo Wayde van Niekerk (45” 27), che è campione olimpico, iridato e primatista mondiale in carica.

Questo il commento post-gara dell’azzurro:

“Gli ultimi 50 metri ho visto che stavo salendo bene. Gli altri erano lì e dentro di me mi ripetevo ‘Li prendo, li prendo, li prendo’. Quando ho visto che eravamo così vicini ho deciso di metterci tutto quello che avevo e buttarmi, al massimo sarei caduto a terra, ma siamo ai Mondiali e bisogna provarci fino all'ultimo metro. Io ci credevo perché non si può venire qui e non crederci. Anche se, come me, si parte con il settimo tempo, anche se gli avversari sembrano inarrivabili. Prima di entrare in pista, al campo di riscaldamento avevo i brividi e la pelle d'oca, ma quella non era paura, era tutta adrenalina e voglia di correre. Domani in semifinale voglio dare il meglio di me e poi chissà. Non si può dire che la finale sia fattibile, ma fare bella figura ora è l'imperativo numero uno per me”

Mondiali Londra 2017: medaglie del 5 agosto


100 m uomini
Oro: Justin Gatlin (Usa) 9" 92
Argento: Christian Coleman (Usa) 9" 94
Bronzo: Usain Bolt (Giamaica) 9" 95

10000 m donne
Oro: Almaz Ayana (Etiopia) 30’ 16” 32
Argento: Tirunesh Dibaba (Etiopia) 31’ 02” 69
Bronzo: Agnes Jebet Tirop (kenya) 31’ 03” 50

Lancio del disco uomini
Oro: Andrius Gudžius (Lituania) 69.21 m
Argento: Daniel Ståhl (Svezia) 69.19 m
Bronzo: Mason Finley (Usa) 68.03 m

Salto in lungo uomini
Oro: Luvo Manyonga (Sudafrica) 8.48 m
Argento: Jarrion Lawson (Usa) 8.44 m
Bronzo: Ruswahl Samaai (Sudafrica) 8.32 m

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO