Vuelta 2017: Majka vince la tappa 14, terzo Nibali | Video e classifica

Nibali ha recuperato 4” rispetto alla Maglia Rossa Froome.

Rafal Majka ha vinto a modo suo la quattordicesima tappa della Vuelta 2017 con arrivo a Sierra de la Pandera. Il polacco della Bora-Hansgrohe ha fatto parte della fuga di giornata e poi ha attaccato da solo negli ultimi 10 km, sulla salita hors categorie, arrivando al traguardo con 27” sul secondo classificato, Miguel Angel Lopez dell’Astana, e 31” sul gruppetto dei migliori con Vincenzo Nibali che si è classificato al terzo posto e ha ottenuto l’abbuono davanti alla Maglia Rossa Chris Froome.

Fin dalla partenza oggi ci sono stati subito degli attacchi, ma quello che ha avuto successo è partito dopo una quindicina di chilometri, animato da Rafal Majka e Patrick Konrad della Bora-Hansgrohe, Alexis Gougeard dell’AG2R La Mondiale, Simon Clarke e la Maglia a Pois Davide Villella della Cannondale-Drapac, Rui Costa dell’UAE Team Emirates, Bart De Clercq della Lotto-Soudal, Luis Angel Mate della Cofidis, Stefan Denifl dell’Aqua Blue Sport e Ricardo Vilela della Manzana Postobon.

Allo scollinamento sul primo gpm, di terza categoria, Puerto El Mojón, Villella ha transitato per primo e i battistrada avevano un vantaggio di oltre sette minuti sul gruppo della Maglia Rossa. Dopo il gpm hanno cominciato a lavorare sodo in testa al gruppo Trek-Segafredo, Astana e Bahrain-Merida, che tuttavia non sono riuscite a mettere in difficoltà il Team Sky, che non ha perso neanche un uomo. Nel frattempo il vantaggio dei battistrada si è drasticamente ridotto.

Lungo la seconda salita, quella di Puerto Locubin, il gruppetto di testa ha perso degli uomini, davanti sono rimasti Majka, Rui Costa, De Clercq, Konrad e Villella, che ha di nuovo scollinato per primo per rafforzare il suo primato nella classifica degli scalatori, poi si è rialzato abbandonando i fuggitivi. Intanto dal plotone alcuni uomini hanno provato ad attaccare, prima Marc Soler della Movistar, ma senza successo, poi, all’inizio dell’ultima salita, David De La Cruz della Quick-Step Floors, anch'egli invano.

Negli ultimi 10 km Konrad, dopo aver fatto un forcing per il suo capitano Majka, si è rialzato e poco dopo è toccato a De Clercq e agli altri e già prima dei -9 km Majka è rimasto al comando da solo e ha fatto la sua “cronoscalata”.

Mentre Majka era ai -4 km, dal gruppo Maglia Rossa ha attaccato Romain Bardet, seguito da Carapaz della Movistar, poi i due sono stati raggiunti da Esteban Chaves dell’Orica-Scott, da Alberto Contador della Trek-Segrafredo e Vincenzo Nibali della Bahrain-Merida, mentre il Team Sky ha continuato a controllare il resto del gruppo (molto ridotto) procedendo con il proprio passo.

A questo punto Nibali ha forzato il ritmo e solo Contador gli è rimasto a ruota, lo Squalo ha provato ad accelerare ancora chiedendo al Pistolero di collaborare di più, ma lo spagnolo evidentemente non ce la faceva e così è rientrato su di loro Froome con Miguel Angel Lopez dell’Astana e altri tre-quattro uomini. Su un tratto in discesa proprio Lopez ha allungato sugli altri del gruppetto dei migliori ed è così riuscito a piazzarsi al secondo posto. Nel finale Nibali ha sprintato per prendere l’abbuono riservato al terzo classificato, recuperando così 4” rispetto a Froome. Contador, invece, ha perso 6” al traguardo, Fabio Aru, invece, ha perso 32” rispetto alla Maglia Rossa.

Rafal Majka

Questi i primi oggi al traguardo:
Classifica tappa 14 Vuelta 2017

E queste le prime posizioni della classifica generale:
Classifica generale Vuelta 2017 dopo 14 tappe

  • shares
  • Mail