Eurovolley 2017: Russia campione d’Europa, Germania seconda a testa alta

La Serbia ha vinto la finale per il terzo posto contro il Belgio.

Aggiornamento ore 23:21 - È la Russia la squadra campione d’Europa 2017 nel volley maschile. La finale con la Germania di Andrea Giani è stata molto avvincente tanto che si è conclusa al tie-break.
Nel primo set la Russia ha vinto agevolmente 25-19, ma nel secondo la Germania si è rifatta sotto e si è imposta 25-20. Il terzo parziale è stato molto equilibrato e i russi sono riusciti a spuntarla nel finale 25-22. Nel quarto set, invece, ha dominato la Germania in lungo e in largo, chiudendo 25-17. È così servito il tie-break, chiusosi 15-13, che ha incoronato la Russia regina d’Europa per la quattordicesima volta nella sua storia considerati anche i titoli dell’Unione Sovietica, il secondo da quando si chiama Federazione Russa. Onore però alla Germania, che nella sua storica prima finale è riuscita a tenere testa a una squadra che fino a oggi non aveva perso neanche un set e oggi, invece, ne ha ceduti due. Tra l’altro nel conto finale dei punti la Germania ne ha segnati di più, 104 contro 102.

Questo il risultato della finale:
Russia-Germania 3-2 (25-19, 20-25, 25-22, 17-25, 15-13)

Eurovolley 2017: premi individuali


Questi i sette giocatori premiati e inseriti nella formazione ideale di questi Europei 2017:

Miglior palleggiatore: Sergey Grankin (Russia)
Migliore opposto: György Grozer (Germania)
Miglior schiacciatore #1: Denys Kaliberda (Germania)
Miglior schiacciatore #2: Dmitrii Volkov (Russia)
Miglior centrale #1: Srecko Lisinac (Serbia)
Miglior centrale #2: Marcus Böhme (Germania)
Migliore libero: Lowie Sture (Belgio)

MVP: Maxim Mikhailov (Russia)

Serbia di bronzo. Belgio ko 3-2


Aggiornamento ore 20:03 - Sarà la Serbia questa sera a salire sul podio con Germania e Russia, che tra poco saranno protagoniste della finalissima per il titolo continentale. I ragazzi di Nikola Grbic hanno vinto la finalina per il terzo posto contro il Belgio, al termine di un match combattutissimo.

La Serbia ha cominciato la partita con un ottimo primo set vinto 25-17, poi ha subìto la reazione degli avversari nel secondo, conquistato dai belgi per 25-22. Sull’onda dell’entusiasmo il Belgio si è portato sul 2-1, vincendo il terzo set 25-19, ma non ha completato la rimonta, perché nel quarto set è stata di nuovo la Serbia a imporsi per 25-22, per poi chiudere il discorso al tie-break per 15-12.

Ecco dunque il risultato completo della finale per il bronzo:
Serbia-Belgio 3-2 (25-17, 22-25, 19-25, 25-22, 15-12)

Presentazione delle finali del 3 settembre 2017


Gli Europei di pallavolo maschile 2017 in Polonia vivono oggi il loro capitolo conclusivo con le due finali, la prima, per il bronzo, alle ore 17:30 tra Serbia e Belgio, la seconda, quella per il titolo, alle ore 20:30 tra Germania e Russia. Entrambe le finali di oggi si possono vedere in diretta tv su RaiSport e in streaming attraverso il sito web ufficiale di RaiSport.

Serbia e Belgio si sono incontrate cinque volte nella storia degli Europei: la Serbia ha vinto in tre occasioni, cioè per 3-0 nel 1951 e nel 1967 (quando c’era ancora la Jugoslavia) e per 3-1 nel 2013, mentre il Belgio ha vinto due volte, una per 3-1 nel 1971 e un’altra per 3-0 nel 1987 (contro la Jugoslavia).

Quest’anno queste due squadre si sono incontrate già due volte in World League: una volta a Novi Sad e il Belgio ha vinto per 3-0, un’altra volta a Tehran dove, invece, è stata la Serbia a imporsi in tre set. È dunque estremamente difficile, sulla base di questi precedenti, riuscire a prevedere come andrà la finale per il bronzo di oggi.

Per quanto riguarda invece la finalissima per il titolo tra Germania e Russia, tra di loro ci sono 14 precedenti con 11 vittorie consecutive per la Russia (di cui nove in tre set) e tre vittoria della Germania, la prima nel primissimo incontro e cioè 3-2 nel 1963 (quando era ancora la Germania Est) e le altre due negli ultimi due incontri, cioè nel 1997 per 3-2 e nel 2013 per 3-0.

La Russia ha il record di vittorie agli Europei con ben 13 titoli e precede l’Italia che è seconda in questa classifica, ma con soli sei titoli. Tuttavia nelle ultime dodici edizioni ha vinto una sola volta, nel 2013, battendo in finale proprio l’Italia per 3-1. Per i russi questa è la ventiduesima volta che concludono gli Europei tra i primi tre (un record assoluto).
La Germania, invece, è per la prima volta in finale ed è anche per la prima volta sul podio, visto che finora il miglior risultato ottenuto è stato il quarto posto, raggiungo per quattro volte, cioè nel 1967 e 1971 come Germania Est e poi nel 1991 e 1993.

In questi Europei la Russia non ha ancora perso neanche un set. In due occasioni, quando era ancora l’Unione Sovietica, ha vinto il titolo senza cedere set, cioè nel 1950 e nel 1951.

Foto © CEV

  • shares
  • Mail