Tour of Britain 2017: Elia Viviani ha vinto la seconda tappa grazie al ricorso contro Boasson Hagen | Video

Il norvegese era stato anche già premiato…

La seconda tappa del Tour of Britain 2017 da Kielder Water and Forest Park a Blyth, lunga 211,7 km, è stata vinta da Elia Viviani dopo che la giuria ha accolto il ricorso presentato dalla sua squadra, il Team Sky, contro Edvald Boasson Hangen della Dimension Data, che, di fatto, ha tagliato il traguardo prima di tutti, ma cambiando nettamente traiettoria durante lo sprint finale e andando a tagliare la strada a Viviani che ha protestato subito.

La giuria ci ha messo un po’ troppo a decidere, tanto che Boasson Hagen, nel frattempo, era stato già premiato e aveva indossato la maglia di leader sia della classifica generale, sia di quella a punti e invece quelle maglie spettano proprio a Viviani, che ieri nella prima tappa era arrivato terzo dietro a Caleb Ewan dell’Orica-Scott e a Boasson Hagen.

La fuga di giornata, che è partita subito dopo il via, è stata animata da Rory Townsend della Bike Channel Canyon, Graham Briggs della JLT Condor, Matthew Holmes della Madison Genesis, Lukasz Owsian della CCC Sprandi Polkowice, Kamil Gradek della One Pro Cycling, Jacob Scott della AN Post Chain Reaction e Silvan Dillier della BMC.

Il loro vantaggio massimo è stato di cinque minuti dopo i primo 42 km, poi Team Sky, Orica-Scott e Dimension Data hanno ridotto il gap e hanno ripreso tutti i fuggitivi entro i -12 km.

Ai -7,6 km Philippe Gilbert della Quick-Step Floors ha provato ad anticipare il gruppo, ma un chilometro e mezzo dopo è stato ripreso, grazie soprattutto all’impulso decisivo dato dal Team Sky. È così servita la volata finale che ha visto Boasson Hagen passare davanti a tutti per poi essere declassato dopo il reclamo del Team Sky.

Viviani ha vinto la seconda tappa del Tour of Britain 2017

Questi i primi nove oggi al traguardo:
Classifica Tour of Britain 2017 seconda tappa

  • shares
  • Mail