Volley Grand Champions Cup 2017: l’Italia batte anche gli Usa 3-1 e ora aspetta il Brasile

Azzurri momentaneamente primi, il Brasile affronta il Giappone.

Comunque andrà a finire l’Italia può archiviare positivamente questa Grand Champions Cup 2017. Gli azzurri oggi hanno ottenuto la quarta vittoria su cinque partite battendo per 3-1 gli Stati Uniti e balzando così momentaneamente in testa alla classifica. Il Brasile, però, non dovrebbe avere problemi a tornare immediatamente primo e ad aggiudicarsi il trofeo, visto che gioca contro il Giappone, che, pur essendo padrone di casa in questa competizione, finora non ha vinto neanche un match ed è difficile pensare che possa disturbare troppo i campioni olimpici. A questo punto per l’Italia brucia quell’unica sconfitta contro un’avversaria assolutamente alla portata come l’Iran nel match d’esordio.

Contro gli Stati Uniti, ancor prima dell’alba italiana, gli azzurri oggi si sono imposti in quattro parziali cominciando subito bene. A differenza di ieri, infatti, quando contro la Francia hanno ceduto il primo set per poi rimontare con tre set vinti di fila, oggi i ragazzi di Chicco Blengini sono subito volati sul 2-0 aggiudicandosi i primi due set entrambi per 25-22. Nel terzo parziale gli Usa hanno avuto un moto d’orgoglio e sono riusciti a spuntarla 25-23, accorciando le distanze, poi è arrivato il combattutissimo quarto set in cui l’Italia è riuscita ad avere la meglio ai vantaggi 29-27 e a chiudere dunque prima di disputare il tie-break.

Durante il match odierno il ct Blengini non ha praticamente fatto cambi e ha mantenuto costantemente il campo il sestetto iniziale, facendo entrare solo Luca Spirito per la battuta in qualche occasione negli ultimi due parziali. Il più prolifico è stato Filippo Lanza con 16 punti, seguito a da Oleg Antonov con 14, Luca Vettori con 12, poi i centrali Daniele Mazzone con 9 e Matteo Piano con 8, mentre i palleggiatori Simone Giannelli e, appunto, Spirito, hanno chiuso con un punto a testa. Tra gli americani si sono distinti Aaron Russell e Benjamin Patch con 16 punti a testa, mentre Matthew Anderson si è fermato a 13 punti.

Al momento, quando mancano due partite, l’Italia guida la classifica con 4 vittorie e 12 punti, seguita dal Brasile con 3 successi e 9 punti, l’Iran con 3 vittorie e 7 punti, gli Usa con 2 vittorie e 8 punti, la Francia con 1 successo e 3 punti, il Giappone con 0 vittorie e 0 punti.

Alle ore 7:40 comincia il match tra Iran e Francia, mentre alle 11:15 tocca a Brasile e Giappone con la gara conclusiva. L’Italia, in ogni caso, sarà sul podio come in tutte le sue precedenti partecipazioni. Ricordiamo, infatti, che gli azzurri hanno ottenuto il primo posto nella prima edizione, nel 1993, il terzo sia nel 2005, sia nel 2013. Questa volta come minimo chiuderà al secondo posto.

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail