Mondiali di Ciclismo Bergen 2017: Pirrone d’oro e Vigilia d’argento nella crono donne Juniores

Proprio come agli Europei doppietta delle azzurrine.

Cominciano subito benissimo per l’Italia le gare individuali ai Mondiali di Ciclismo su strada di Bergen 2017 e, ancora una volta, il merito è tutto delle ragazze juniores, che di fatto costituiscono la più forte delle squadre azzurre.

Proprio come è successo poco più di un mese fa a Herning, agli Europei, sui primi due gradini del podio troviamo due azzurre: il primo gradino resta invariato e dunque Elena Pirrone, dopo il titolo europei, conquista anche quello mondiale, al secondo posto, invece di Letizia Paternoster, vice-campionessa europea, troviamo Alessia Vigilia, mentre la campionessa italiana Paternoster è comunque in top-ten, nona.

23’ 19” 72 il tempo della neo-campionessa del mondo su un percorso di 16,1 km, mentre la sua compagna ha tardato solo 7” e Paternoster 1’ 30”. Il ronzo è andato all’Australiana Madeleine Fasnacht (+43”). Sia Pirrone sia Vigilia militano nella stessa squadra, la Gs Mandelspeck.

Nonostante l’asfalto bagnato, Elena Pirrone, che è partita per ultima, ha offerto una prova super pedalando a una velocità media di 41,408 km/h. Alessia Vigilia, vicecampionessa europa nel 2016 e quest’anno vicecampionessa italiana, è partita per prima e tale è rimasta fino a quando non è toccato alla sua compagna di squadra e così ora può aggiungere al suo palmarés un altro argento preziosissimo.

Ovviamente molto soddisfatto il ct della nazionale femminile Dino Salvoldi:

“Questo risultato è una sorpresa solo per chi non ci conosce: oggi ho schierato tre atlete, tutte e tre sullo stesso livello, tutte e tre in grado di vincere. Per Elena è stata una grande conferma. Questa mattina aveva la giusta tensione di gara ma forte della consapevolezza di aver fatto un percorso adeguato e corretto che l’ha portata fino a qui. Quest’anno a livello internazionale Alessia non ha avuto modo di esprimersi perché aveva sempre il confronto con Pirrone e Paternoster. Questo mondiale è stata la sua prima vera occasione e sapevamo che schierando tre azzurre con la loro preparazione avevamo ottime opportunità di puntare al risultato pieno. Un argento meritato che splende come non mai”

Per l’Italia le due medaglie conquistate oggi sono la 56esima e la 57esima di questa stagione. Nel pomeriggio, nella crono degli Under 23, tocca a Edoardo Affini e Paolo Baccio.

Bergen 2017: classifica crono donne Juniores


Bergen 2017 classifica crono donne juniores

Bergen 2017: classifica crono uomini Under 23


Aggiornamento ore 17:25 - Si è appena conclusa la gara a cronometro degli Under 23 che è stata vinta dal danese Mikkel Berg, che ha percorso i 37 km del tracciato in 47’ 06” a una velocità media di 47,134 km/h. Argento per l’americano Brandon McNulty e bronzo per il francese Corentin Ermenault. Berg è riuscito a offrire una prestazione eccellente nonostante un salto di catena, incidente capitato anche all’americano Nelson Powless, che era il lotta per il podio, ma che, cercando di sistemare la catena è caduto e alla fine ha chiuso al nono posto. L’anno scorso nella gara juniores McNulty arrivò primo e Bjerg secondo, ma quest’anno l’americano è stato a lungo fermo a causa di un infortunio.

Per quanto riguarda gli azzurri, bene Edoardo Affini che chiude all’ottavo posto, giornata no, invece, per il campione italiano Paolo Baccio che chiude al 30° posto con un ritardo di 3’ 20”. Qui sotto le prime posizioni della classifica finale.

Bergen 2017 classifica crono uomini under 23

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail