Pallavolo maschile: è nata la Volleyball Leagues Association

Riunisce le leghe italiana, belga, tedesca, francese e polacca.

Le più importanti leghe di pallavolo maschile europee si sono riunite una associazione che prende il nome di Volleyball Leagues Association (VLA) e che è nata dalla volontà di perseguire insieme obiettivi comuni. Sono bastati un paio di incontri per definire tutto, il meeting decisivo è avvenuto proprio in Italia, a Bologna, pochi giorni fa.

Ma chi comprende la VLA e a che cosa serve? Le leghe che hanno aderito fin dalla nascita sono: Lega Pallavolo Serie A, Lega Belga, Lega Tedesca, Lega Francese e Lega Polacca. È però molto probabile che presto il numero di leghe che vi aderiscono aumenti, perché altre hanno già manifestato il proprio interesse al progetto.

Per quanto riguarda la risposta alla domanda “a che cosa serve questa sorta di superlega europea”, la risposta si trova negli obiettivi che la VLA si è data fin da subito e cioè: sostenere lo sviluppo delle Leghe Nazionali che vi aderiscono e dei loro club, mantenere i diritti e il valore economico dei club nelle competizioni nazionali a essi rivolte, discutere circa le modalità di contrattualistica degli atleti impegnati nelle competizioni nazionali e i transfer dei giocatori sia in entrata sia in uscita, discutere circa le modalità di partecipazione dei giocatori alle attività delle squadre, migliorare la sincronizzazione dei calendari internazionali con quelli delle leghe nazionali.

In particolare, per quanto riguarda i giocatori che fanno parte delle squadre delle leghe che aderiscono alla VLA, saranno argomenti di discussione le assicurazioni, i salari e gli infortuni. Delicato, invece, il punto riguardante la sincronizzazione dei calendari. Il primo obiettivo, a tale proposito, è quello di risolvere l’ormai annoso problema dell’eccessivo carico fisico e mentale che molti giocatore devono sopportare disputando molti match all’anno perché fanno parte di rose di squadre che giocano tutte le competizioni (in genere campionato, coppe nazionali e coppe europee). Inoltre si cercherà di dare maggiore continuità e regolarità alle competizioni nazionali per garantirne il valore economico.

A rappresentare la VLA sarà Philippe Boone, il Presidente Belgian Volleyball League, e l’italiano Diego Mosna, in qualità di presidente onorario della Lega italiana e delegato dal Consiglio di amministrazione della Lega per le relazioni internazionali. Agli incontri che hanno decretato la nascita della VLA ha partecipato, per l’Italia, l’amministratore delegato della Lega Pallavolo Serie A, Massimo Righi.

Foto © Lega Volley

  • shares
  • Mail