Nuoto, Paltrinieri vs Pellegrini per la questione del miglior allenatore

Ha vinto Stefano Morini per il quarto anno consecutivo, ma Fede tifava per Matteo Giunta.

Nel mondo del nuoto si è accesa una polemica che coinvolge i due atleti più forti della nazionale italiana, ossia Federica Pellegrini, regina dei 200 stile libero, e Gregorio Paltrinieri, re dei 1500 sl. Il motivo del contendere è il premio “Alberto Castagnetti” al miglior allenatore dell’anno, che viene assegnato dalla Federnuoto. Ebbene, anche quest’anno, per la quarta volta consecutiva, lo ha vinto Stefano Morini, che è l’allenatore di Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti, mentre Matteo Giunta, allenatore di Federica Pellegrini, è arrivato secondo davanti a Christian Minotti, che è l’allenatore della rivelazione dell’anno Simona Quadarella.

Ebbene, dopo che la notizia del premio è stata diffusa, Federica Pellegrini ha reagito con un post pubblico su Instagram in cui ha scritto:

“Mi perdoneranno i diretti interessati, ma questo mio pensiero non è assolutamente fatto per senso di antipatia nei loro confronti, ma solo per una questione di ‘meritocrazia’! Sono stata zitta l’anno di Kazan perché contro un oro mondiale anche 3 medaglie (200 e 4x200 mie e 4x100 stile di Filo) da 2 atleti diversi dello stesso allenatore valgono meno, ma oggi mi dispiace… non ci riesco proprio!!! Sapete perché non riesco?! Perché i risultati di quest’anno non sono interpretabili… Ho vinto l’unico oro che mi mancava nei 200 stile ai mondiali di vasca corta (non faccio paragoni con gli altri, ma sappiamo a Windsor com’è andata) e ho vinto dopo 6 anni il mio terzo oro nei 200 stile ai mondiali di Budapest a 29 anni!! 2 medaglie d’oro mondiali nello stesso anno con lo stesso atleta, mi dispiace, ma quest’anno non le ha vinte nessuno!! Mi dispiace un sacco che questo premio non vada a te Matteo che seri riuscito in quest’impresa e oltretutto hai fatto migliorare di un secondo e mezzo Luca Pizzini!! Ora abbiamo la certezza di come funzionano queste votazioni!! Va bene ci sta!! Ma ter me e per il tuo gruppo SEI TU L’ALLENATORE DELL’ANNO!! COMPLIMENTI MATTE!”

Il ragionamento che fa Federica Pellegrini è, sostanzialmente, che due medaglie d’oro ai Mondiali con lo stesso atleta valgono di più delle medaglie vinte con atleti diversi, come è successo a Morini con Detti e Paltrinieri. E per quanto riguarda il riferimento a Windsor, lì Pellegrini conquistò il suo oro, mai vinto prima in vasca corta, mentre Patrinieri non ci riuscì.

Ai Mondiali in vasca lunga a Budapest hanno vinto entrambi, ma ci furono anche le medaglie di Gabriele Detti. E c’è anche il riferimento all’età: Federica ha 29 anni, Detti e Paltrinieri ne hanno 23 e nel nuoto, si sa, questo conta molto.

Oggi, dalle pagine de Il Giornale, Paltrinieri ha risposto per le rime:

“Quando ho letto lo sfogo di Federica non ci volevo credere. Le ho trovate parole poco rispettose nei confronti del Moro e di chi ha vinto con lui. È un premio federale, non l’Oscar... Capisco il desiderio di sostenere gli indubbi meriti del proprio tecnico, ma non lo si deve fare screditando il lavoro degli altri. È chiaro che Federica è brava, è forte, ma ripeto, si tratta di un premio, non è niente di che, non doveva prenderla sul personale, su queste cose bisognerebbe volare alto. La bravura di un tecnico non va a discapito della bravura dell'altro, non significa che Giunta sia scarso. E poi siamo compagni di nazionale, siamo gente che si ammazza di fatica per raggiungere obiettivi importanti, nuotiamo tutti nella stessa direzione e questo tipo di puntualizzazioni non dovrebbe esistere. Tanto meno bisognerebbe mettere in dubbio la correttezza della votazione... Il Moro quest'anno con i suoi atleti ha vinto quattro medaglie mondiali. Punto. Ma di che cosa stiamo a parlare?”

La giuria è composta da giornalisti e membri federali e forse è questo il punto, Morini è più vicino alla Federazione rispetto a Giunta. Il gruppo del “Moro” si allena a Ostia, anche se quest’anno Paltrinieri se ne è andato da solo in Australia, mentre il gruppo di Giunta si allena a Verona.

Oggi Federica, via Twitter, ha risposto:

“Mancare di rispetto vuol dire insultare ...e qualcuno verrà querelato per questo..io non l'ho mai fatto ma ho una mente pensante e LIBERA!!”

Insomma, Fede minaccia di passare alle maniere forti, ma per il bene dell’ambiente nuoto speriamo che invece ritorni presto la pace tra le due stelle azzurre.

Federica Pellegrini su Instagram e Twitter


Questi gli interventi di Federica Pellegrini sul “caso” allenatore dell’anno:

COMPLIMENTI @matteogiunta PER NOI SEI TU L'ALLENATORE DELL'ANNO!!!!

Un post condiviso da Federica Pellegrini (@kikkafede88) in data:

Oggi su Twitter:

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO