Basket, Qualificazione ai Mondiali 2019: Italia-Romania 75-70

Domenica gli azzurri tornano in campo contro la Croazia.

Aggiornamento ore 22:15 - La nazionale italiana di basket ha vinto 75-70 il primo match di qualificazione ai Mondiali 2019 contro la Romania, giocato stasera al PalaRuffini di Torino. Il cammino degli azzurri, dunque, comincia bene, anche se la partita è stata abbastanza sofferta, soprattutto nel finale. Nel primo quarto gli azzurri hanno chiuso 26-15, poi nel secondo hanno segnato tre punti in più degli avversari (16-13) e nel terzo quarto due in più (17-15), ma nell’ultimo quarto i romeni hanno provato a rimontare (16-27), tuttavia senza successo.

Il ct Me o Sacchetti ha commentato:

“Abbiamo giocato 30 minuti abbastanza bene, poi sufficienza nell’ultimo quarto. E questo non mi piace. Bene i due punti conquistati. Se non rimaniamo concentrati può succedere di tutto. Bellissimo vedere i PalaRuffini pieno e con così tanti bambini. È stata una grande emozione per me!”

Basket: presentazione di Italia-Romania


Il percorso per la Qualificazione ai Mondiali 2019 di Basket che si svolgeranno in Cina comincia questa sera per gli azzurri, con il primo match al PalaRuffini di Torino contro la Romania di Zare Markovski.

Per il nuovo ct Meo Sacchetti è l’esordio sulla panchina dell’Italia e ovviamente sente il peso dell’evento, pur essendo abbastanza ottimista. Ieri, in conferenza stampa, ha detto:

“Il debutto per un allenatore è sempre una partita importante. Non valuto la Romania, non dico se sia una squadra scarsa o da NBA perché l’esordio va al di là del valore del nostro avversario. Finora, ho avuto una risposta importante da parte dei ragazzi, ora mi aspetto una risposta dal campo. Intanto pensiamo a vincere, poi se vinciamo giocando bene, meglio così”

Sempre ieri Sacchetti ha comunicato i nomi dei 12 giocatori che saranno stasera a disposizione per il match del PalaRuffini. A ottobre ne aveva convocati 24, poi sono stati ridotti a 16 per il raduno vero e proprio cominciato lunedì a Torino, e infine ne sono stati scelti 12. I quattro esclusi sono Diego Flaccadori, Raphael Gaspardo, Marco Giuri e Brian Sacchetti, ossia il figlio del ct, che ha così spiegato la sua scelta:

“Conosco il valore di mio figlio, e non gli ho mai regalato nulla, ha la forza di carattere di capire questa scelta”

Meo Sacchetti ha comunque spiegato che le porte della nazionale sono aperte a tutti e che chi non è stato convocato questa volta non deve viverla come una bocciatura, ci saranno tempo e spazio nei prossimi mesi.

L’avventura della qualificazione ai Mondiali, infatti, comincia oggi con la Romania, andrà avanti domenica con il match in Croazia e poi riprenderà a febbraio 2018 con la sfida l’altra squadra del girone D, l’Olanda, e, sempre a febbraio, cominceranno anche i match di ritorno. Il girone si chiuderà a luglio e alla seconda fase accederanno le prime tre classificate.

Italia-Romania si può vedere in diretta tv su SkySport e in streaming tramite SkyGo.

Italbasket: i 12 azzurri scelti dal ct Sacchetti


Italia-Romania basket qualificazioni Mondiali 2019

I 12 azzurri scelti per la partita contro la Romania con l’indicazione dell’anno di nascita, l’altezza, il ruolo e la squadra di appartenenza.

Awudu Abass (1993, 200, A, EA7 Emporio Armani Milano)
Pietro Aradori (1988, 196, G, Segafredo Virtus Bologna)
Paul Stephane Lionel Biligha (1990, 200, C, Umana Reyer Venezia)
Christian Charles Burns (1985, 203, A/C, Red October Cantù)
Andrea Crosariol (1984, 212, C, Red October Cantù)
Amedeo Della Valle (1993, 194, P/G, Grissin Bon Reggio Emilia)
Ariel Filloy (1987, 190, P, Sidigas Avellino)
Simone Fontecchio (1995, 203, A, EA7 Emporio Armani Milano)
Alessandro Gentile (1992, 200, G/A, Segafredo Virtus Bologna)
Antonio Iannuzzi (1991, 208, C, Fiat Torino)
Achille Polonara (1991, 205, A, Banco di Sardegna Sassari)
Luca Vitali (1986, 201, P, Germani Basket Brescia)

Foto © Federbasket e Getty

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail