Scherma: Foconi bronzo a Torino nel Grand Prix di Fioretto, sciabolatori d’argento a Gyor

Garozzo e Aspromonte sono arrivati ai piedi del podio.

In questa prima domenica di dicembre sono arrivate due medaglie dalla Coppa del Mondo di scherma, una a Torino, al Grand Prix di fioretto, l’altra a Gyor, in Ungheria, dove si è svolta la tappa maschile.

Per quanto riguarda il Grand Prix di fioretto al PalaRuffini, che già ieri ci ha regalato ben tre medaglie al femminile, oggi solo Alessio Foconi è riuscito a salire sul podio, sul terzo gradino, dopo aver perso per 15-12 la semifinale contro il russo Timur Safin, che si è poi dovuto accontentare dell’argento poiché in finale è stato battuto dall’americano Alexander Massialas per 15-13.

Si è invece fermato ai piedi del podio il campione olimpico Daniele Garozzo, che ha perso 15-10 il derby dei quarti con Foconi ma che è comunque da elogiare, visto che era al ritorno in pedana dopo un problema di salute piuttosto grave. Fuori ai quarti anche Valerio Aspromonte, battuto da Safin per 15-13.

Nel turno dei 32 sono stati eliminati Damiano Rosatelli e Francesco Ingargiola, rispettivamente dal francese Enzo Lefort per 15-13 e dal russo Dmitry Rigin per 15-9, mentre nel primo turno del tabellone principale sono usciti Tommaso Marini, ko 15-7 con Massialas, Alessandro Paroli, battuto 15-11 dal russo Cheremisinov, Guillaume Bianchi, che ha perso 15-11 contro il giapponese Matsuyama, Giorgio Avola, battuto 15-14 dal polacco Rzadkowski, Matteo Claudio Resegotti, battuto 15-7 dal britannico Richard Kruse, Andrea Cassarà, sconfitto 15-12 da Rigin, Tommaso Lari, che ha perso 15-14 il derby con Aspromonte, e Lorenzo Nista, sconfitto 15-13 da Keryhuel, portacolori della Costa d’Avorio.

Non hanno superato le qualificazioni Francesco Trani, Alessio Di Tommaso, Davide Filippi, Filippo Guerra, Piero Franco, Tommaso Chiappelli, Edoardo Luperi, Lorenz Lauria, Filippo Mariotti, Alberto Stella, Filippo Macchi, Sebastano Bicego e Tommaso Fabrizi.

Grand Prix fioretto maschile Alessio Foconi

A Gyor è arrivata la medaglia d’argento della squadra di sciabola maschile, conquistata da Luigi Samele, Enrico Berrè, Luca Curatoli e Aldo Montano che hanno perso solo in finale per 45-35 contro la Corea del Sud dopo aver finto per 45-32 contro la Gran Bretagna l’assalto degli ottavi, poi per 45-34 contro la Germania ai quarti e poi per 45-43 contro l’Ungheria in semifinale. L’Ungheria padrona di casa ha conquistato il bronzo battendo la Russia per 45-40 nella finale per il terzo posto.

Sciabola maschile

Foto © Federscherma

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO